| categoria: Dall'interno

Crolla un ramo, alle Cascine muoiono zia e nipotina di due anni

Doveva essere una serata piacevole al parco della Cascine, è finita con una tragedia immensa per una famiglia fiorentina: un grosso ramo caduto da un albero ha ucciso la zia di 51 anni e la nipotina di 2 anni. La donna, Donatella Mugnaini, è morta sul posto per le profonde ferite, ieri sera verso le 22,30, la piccola invece ha cessato di vivere all’ospedale pediatrico Meyer oggi pomeriggio. Spetterà alla magistratura, che ha aperto un fascicolo per omicidio colposo e lesioni colpose a carico di ignoti, stabilire se si è trattato di una tragica fatalità o possano configurarsi delle responsabilità. Il pm Giuseppe Ledda, che ha effettuato un sopralluogo nella zona del parco dove è avvenuto l’incidente, ha disposto una perizia per chiarire i motivi che hanno provocato la caduta del ramo del grande bagolaro vecchio di 80 anni. Lunedì sarà nominato un perito. La pianta era stata controllata e certificata 4 anni fa, questo tipo di controlli – ha fatto sapere il Comune – si svolgono ogni cinque anni. Scosso dalla vicenda, il sindaco di Firenze Dario Nardella, che ieri sera si è recato subito sul posto, ha indetto per oggi una riunione urgente della giunta. Al termine, ha riferito che gli alberi dei parchi fiorentini, ed in particolare quelli delle Cascine, sono sicuri: i controlli sulle alberature – ha detto – sono passati lo scorso anno da 2.200 annui a 12.200 e quest’anno ne sono stati previsti già 8.131, altrettanti ne saranno fatti. «Forniremo in maniera completa e trasparente, quando ci verranno chieste, tutte le indicazioni e i dati in nostro possesso ai cittadini e alla magistratura», ha spiegato il sindaco. Quando è accaduto l’incidente in un vialetto del parco, alle Cascine c’erano molte persone per una manifestazione sportiva organizzata dall’Uisp, il Moving Florence Festival. Il ramo, lungo diversi metri, ha investito in pieno Donatella Mugnaini e ha travolto la piccola sbalzata fuori dal passeggino. Subito sono scattati i soccorsi: i medici del 118 hanno provato a rianimare la donna, ma non c’è stato niente da fare. Meno grave, sul momento, sembrava la situazione della bambina trasferita al ospedale pediatrico Meyer. Nel pomeriggio di oggi la notizia prima degli accertamenti di morte cerebrale e poi quella del decesso. I genitori hanno dato l’autorizzazione all’espianto degli organi. Palazzo Vecchio in serata ha decretato il lutto cittadino.

Ti potrebbero interessare anche:

La Cassazione cambia tutto, il bimbo conteso di Cittadella torni dalla madre
Ast, lo sciopero va avanti, gli operai bloccano le strade
Taormina è una città chiusa. Accesso solo per i residenti con appositi pass
Morto Lorenzo Gancia, decano degli spumantieri italiani
E' morto Carlo Benetton, fratello minore della dinastia veneta
Mangiare fuori casa vale 78 miliardi di euro e cresce dell'8% l'anno



wordpress stat