| categoria: sanità, Senza categoria

ANTITRUST/ 2 – In sanità serve la concorrenza tra pubblico e privato

«Anche nel settore sanitario è necessario introdurre una netta separazione tra regolamentazione e controllo, che dovrebbe essere accentrata a livello nazionale, e fornitura del servizio: in questo modo strutture pubbliche e private potrebbero garantire in concorrenza tra loro la produzione e l’erogazione delle prestazioni sanitarie specialistiche e ospedaliere». È quanto scrive l’Antitrust nella segnalazione al Governo e Parlamento per la legge annuale sulla concorrenza. «Le Asl – spiega l’Authority- dovrebbero mantenere unicamente le funzioni di sanità pubblica, assistenza di base e controllo dell’attività specialistica e ospedaliera. Ai cittadini va garantito l’accesso alle informazioni sui dati riguardanti l’attività medica svolta e la qualità del servizio erogato dalle strutture sanitarie pubbliche e private, per dare loro la massima possibilità di scelta, orientandola verso le strutture più efficienti». Contemporaneamente perciò, le risorse pubbliche destinate alle strutture sanitarie private, che operano in regime di accreditamento devono «essere attribuite sulla base di criteri idonei a selezionare le imprese maggiormente efficienti e a consentire l’effettivo accesso al mercato anche a operatori nuovi entranti». Sono, inoltre, da eliminare «gli ostacoli alla libertà di accesso agli operatori privati nell’erogazione di prestazioni sanitarie che non gravano sul bilancio pubblico». Infine, conclude l’Antitrust, «una diversa regolamentazione può produrre risparmi nell’approvvigionamento dei dispositivi medici tramite gara, garantendo la concorrenza tra le imprese fornitrici».

Ti potrebbero interessare anche:

Senatrice a 5 stelle cerca di dimetterci, l'aula dice di no
Strutture per disabili e anziani, 153 ispezioni dei Nas
JPMorgan: manipolazione mercati, multa record da 410 milioni di dollari
Editoria, ecco il Tempo di Chiocci, sarà giornalismo di inchiesta. Ma lo dicono tutti i direttori
La Giunta approva l'affidamento all'Ama dei servizi cimiteriali
Uccisa a Malta la giornalista anti-corruzione



wordpress stat