| categoria: sanità, Senza categoria

ANTITRUST/ 1 – Per le farmacia si deve cambiare modello, sì a un numero minino

-Nel settore della distribuzione farmaceutica occorre passare dall’attuale sistema che prevede un numero massimo di farmacie a un modello che ne stabilisca, al contrario, un numero minimo «per tutelare l’interesse pubblico ad un’efficiente distribuzione, senza impedire l’accesso ai potenziali nuovi entranti». È quanto scrive l’Antitrust nella segnalazione per la legge annuale sulla concorrenza secondo cui sono da eliminare i vincoli regolamentari che ritardano l’ingresso sul mercato dei farmaci equivalenti, con conseguenti effetti di mancato risparmio ai danni del Servizio sanitario nazionale. Parallelamente va rivisto l’attuale sistema di remunerazione della filiera distributiva del farmaco che contribuisce ad ostacolare lo sviluppo della vendita di farmaci di minor prezzo, in particolare dei farmaci generici, passando a un modello basato su una retribuzione ‘a forfait’ per ogni servizio di vendita di ciascun medicinale, anziché sul valore dei prodotti venduti.

Ti potrebbero interessare anche:

Pazienti lasciati morire di fame, bufera sul Servizio sanitario britannico
Bologna ospiterà la Borsa delle 100 città d'arte italiane
Monti indignato rivendica i suoi risultati, "Non sono io che ho perso tempo"
ABRUZZO/ Intramoenia nelle strutture Asl, i sindacati: 'Rischiamo boomerang negativo'
Bari, dieci casi di scabbia fra medici e infermieri del Di Venere: chiusa la Cardiologia
IL PROBLEMA/ Assistito solo un autosufficiente su tre. E gli altri



wordpress stat