| categoria: Dall'interno, Senza categoria

‘NDRANGHETA/ Effetto-scomunica, i detenuti di Larino rifiutano la Messa

I detenuti del carcere di Larino, in provincia di Campobasso, si sono ribellati e dicono di non voler più prendere parte alla Messa. Sarebbero soprattutto i detenuti legati alla ‘ndrangheta, contrariati dalla scomunica del Papa. Lo riferisce a Radio Vaticana l’arcivescovo di Campobasso, monsignor Giancarlo Bregantini. «È una cosa sorprendente che conferma quanto il Papa parlando, incida nelle coscienze», commenta l’arcivescovo di Campobasso Bregantini, secondo cui la Sezione di alta sicurezza del carcere di Larino, quasi 200 persone, si è messa in ribellione:«’Se siamo scomunicati – avrebbero detto i detenuti, secondo quanto riferisce il sacerdote – a Messa non vale la pena andarcì». «Ne hanno parlato con il cappellano; quest’ultimo questa mattina – riferisce ancora Bregantini – ha invitato il vescovo al carcere per parlare e spiegare il senso dell’intervento del Papa. Questo dimostra come non sia vero che dire certe cose, sia clericalismo; in realtà le parole del Papa, come quelle della Chiesa e di Gesù Cristo, hanno sempre una valenza etica che diventa poi sempre culturale ed economica, quindi con grandi riflessi politici».

Ti potrebbero interessare anche:

Venezia, piano in 26 punti per il riordino del traffico in Canal Grande
Tasse record a Roma: si paga 4 volte più di Milano
SCHEDA/ Statali, in Italia trecentomila uomini in divisa e cinque corpi
Stress e malattie cardiache. Imaging del cervello spiega perché sono collegate
Tumore del colon retto. In Abruzzo arriva il nuovo test non invasivo a carico del Ssn
Bari, aggressione ai manifestanti del corteo anti Salvini. Due feriti



wordpress stat