| categoria: economia

Crisi Molino Alimonti, fumata nera per la vendita

Il Molino Alimonti lascia a casa 100 lavoratori

Nulla di fatto. È andato deserto oggi a Chieti il primo tentativo di vendita o di affitto del Molino Alimonti che ha complessi industriali a Roma, Ortona e Guardiagrele: al notaio Giovanni Maria Plasmati non è giunta alcuna offerta. Il Molino Alimonti, che ha oltre cento dipendenti attualmente in cassa integrazione straordinaria, ha fermato la produzione a settembre del 2012, quindi è stato ammesso al concordato liquidatorio. Il prezzo di vendita dei tre complessi è stato fissato ad una cifra di poco superiore a 111 milioni di euro ma i tre complessi sono acquisibili anche singolarmente. Stesso criterio per l’affitto, triennale, il cui canone complessivo è stato fissato a 2 milioni e 494.000 euro. Nelle prossime settimane dovrebbero tenersi ulteriori esperimenti di vendita. A quello di oggi erano presenti il giudice del Tribunale di Chieti Nicola Valletta, i commissari liquidatori Remo Di Giacomo e Gianni di Battista, alcuni lavoratori, rappresenti della proprietà e delle organizzazioni sindacali. Delusi lavoratori e rappresentanti sindacali che si aspettavano offerte almeno per l’affitto.

Ti potrebbero interessare anche:

VINO/Zonin, spumanti italiani alla conquista della Cina
Tajani, costretto ad avviare la procedura. L'Italia è il peggior pagatore della Ue
Destinazione Italia è legge, c'è taglio bollette
Italia in recessione, deficit sul filo del 3%. Pareggio nel 2017
Istat, mercato immobiliare in ripresa dopo sette anni di cali
PROFUMO, LEONARDO PARTNER GLOBALE IN SUDAMERICA



wordpress stat