| categoria: Dall'interno

Pedopornografia, maxi blitz internazionale. Cinquanta indagati in Italia, Europa e Usa

Una cinquantina di pedofili sono stati individuati tra Italia e altri 11 paesi in una vasta operazione che è stata portata a termine dal Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni di Venezia. Un lavoro investigativo durato mesi e coordinato dal Centro Nazionale per il Contrasto alla Pedopornografia Online (Cncpo) presso il Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni di Roma che dava la caccia a una rete di pedofili in giro per il mondo.

L’indagine, diretta dal pm lagunare Massimo Michelozzi, ha portato a 23 interventi della polizia di Stati Uniti, Regno Unito, Germania, Francia, Belgio, Polonia, Messico, Argentina, Russia, Spagna, Repubblica Ceca e, in Italia a 26 perquisizioni tra Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Marche, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana. Centinaia e centinaia i gigabyte passati al setaccio dagli investigatori informatici, varie migliaia i sequestri di immagini e video di natura pedopornografica.

Ti potrebbero interessare anche:

Napoli, Piazza del Plebiscito vietata ai grandi eventi
Da oggi esposizione perpetua delle spoglie di S.Pio
Si uccide in carcere e a Padova scoppia la protesta
Lucca, fondi dalla Provincia a imprese (66) che hanno assunto disabili
GUALTIERO MARCHESI, MAESTRO DELLA CUCINA ITALIANA
Terremoto del Centro Italia, i numeri della vergogna: "Nulla è stato fatto"



wordpress stat