| categoria: Roma e Lazio, Senza categoria

RIFIUTI/ Arriva il piano straordinario per la capitale, in dieci giorni il ritorno alla normalità

Niente più cassonetti stracolmi o rifiuti in strada a Roma. Tutto tornerà alla normalità entro 10 giorni. È la promessa del sindaco Ignazio Marino che oggi ha lanciato il piano straordinario del Campidoglio per la pulizia della Capitale, dove sono in arrivo una task-force di 30 squadre di pronto intervento da lunedì attive h24 nei Municipi, 100 controllori pronti ad elevare anche multe, dirigenti Ama ‘on the road’ per monitorare le strade e un tritovagliatore aggiuntivo con una capacità di trattamento di ben 200 tonnellate al giorno. »Sono fiducioso che entro la fine di luglio questa situazione verrà superata e verrà superata per sempre«, dice il sindaco-chirurgo che annuncia anche un audit all’interno di Ama, la municipalizzata che si occupa di rifiuti, per capire se sono stati fatti sbagli o errori. In quel caso, assicura, »certamente cadranno delle teste«. Intanto, niente ferie per i dirigenti »finchè la città non sarà linda e pulita«, mentre si cercherà di combattere le sacche di assenteismo tra i dipendenti di Ama attraverso un’intesa firmata oggi con i sindacati. E proprio dopo un esposto del Codacons sul fenomeno dell’assenteismo, ieri la procura di Roma ha aperto un’inchiesta, al momento senza ipotesi di reato nè indagati. Il Campidoglio è corso ai ripari mettendo in campo intanto un piano straordinario, tanto che nei prossimi giorni i romani potranno segnalare anomalie e cassonetti stracolmi sul sito di Roma Capitale. In questo modo i presidenti dei Municipi potranno far intervenire le 30 squadre, due per ogni Municipio, che risolveranno nell’arco di 24 ore le criticità. A questo si aggiungerà l’attività di monitoraggio fatta non solo dai dirigenti, ma anche da 100 controllori che »verificheranno il lavoro di spazzamento e raccolta dei rifiuti«. »Rileveranno infrazioni rispetto al conferimento da parte degli utenti e li sanzioneranno – spiega il presidente e l’ad di Ama Daniele Fortini – ma il loro ruolo è anzitutto quello di rilevare la qualità del servizio di raccolta sul territorio«. E sulla possibilità di requisire gli impianti di Manlio Cerroni, l’ex patron della megadiscarica di Malagrotta, il sindaco sottolinea di essere »pronto e disponibile ad assumere in prima persona la responsabilità: stiamo lavorando con la nostra avvocatura e con il ministero dell’Ambiente – spiega – Se il Tar confermasse l’interdittiva, allora procederemo alla requisizione degli impianti che è prevista dalla legge«. Ci si muove anche per portare i rifiuti all’estero. L’Ama, infatti, a breve bandirà una gara europea ‘a caccià di operatori stranieri interessati a ricevere una parte dei rifiuti della Capitale. Ma in Campidoglio si lavora anche per la realizzazione degli ecodistretti, luoghi dove grazie a tecnologie avanzate si potrà trasformare i rifiuti da problema a risorsa. »Il 12 e 13 di agosto andremo a Londra ad incontrare l’amministratore delegato dell’Hsbc (Hong Kong Shanghai Bank) – dice Marino – che è una delle più grandi banche del mondo, perchè è interessato a proporre investimenti di imprenditori per ‘chiuderè il ciclo dei rifiuti nella città di Roma«. Due ecodistretti sorgeranno probabilmente a Rocca Cencia e Ponte Malnome, nella Valle Galeria. Una volta realizzato, l’ecodistretto – insieme alla raccolta differenziata a 5 frazioni in tutta Roma, obiettivo che il Campidoglio vuole raggiungere entro il 2015 – Marino assicura: »Siamo certi che in quel tipo di scenario saremo in grado di diminuire significativamente la tariffa dei rifiuti che i cittadini pagano«.

Ti potrebbero interessare anche:

I CANDIDATI E LA SANITA'/ Storace al S.Giovanni, il sovraffollamento soffoca l'ospedale
L'"altro due giugno" festeggiato dalla Boldrini con i pacifisti
I Beckham comprano la villa nella quale fu ucciso Versace
SCUOLA/ Occupazioni, aggressione davanti al Tasso
BANCHE/ Per i rimborsi mille casi urgenti. Ma ci sono dei paletti
Dibattiti e tavole rotonde, è la Notte bianca della legalità



wordpress stat