| categoria: Dall'interno

Torna la calma nel Casertano, dopo la “rivolta” del gruppo di immigrati

È tornata la calma, a Castel Volturno, nel Casertano, dove in serata c’è stata una «rivolta» di immigrati africani determinata dal ferimento, a colpi di pistola, di due ivoriani da parte di un italiano che è stato fermato. Al momento le forze dell’ordine stanno valutando l’eventualità di fermare anche una seconda persona. I due immigrati, rispettivamente di 30 e 37 anni, sono stati ricoverati, non in pericolo di vita, nella clinica Pineta Grande di Castel Volturno. Il ferimento dei due extracomunitari ha scatenato la rivolta di nutrito gruppo di immigrati che hanno appiccato il fuoco a 4 autovetture ed un furgone. In uno dei mezzi è anche esplosa una bombola del gas. La reazione degli immigrati si è anche spostata su un’abitazione: sono state appiccate le fiamme ed è stato danneggiato il primo piano di una villetta a schiera nelle vicinanze del luogo dove è scoppiata la rivolta. Al momento sono cessate le rimostranze e la situazione è sotto il controllo dei Carabinieri della Compagnia di Mondragone e della Polizia di Stato

Ti potrebbero interessare anche:

VATICANO/ Ex-capo delle Guardie Svizzere: 'Forte lobby gay mina la sicurezza del papa'
Assalto armato a portavalori in Sardegna, colpo milionario
SMOG/ Frosinone, divieto di circolazione ma Pm10 da allarme
A1/ Fuori dall'auto dopo un tamponamento, uccisi da un Suv
DONNA FATTA A PEZZI, FERMATI CONVIVENTE E NIPOTE
IL FATTO/ Cassazione, stupro senza aggravante se la vittima si è ubriacata da sola



wordpress stat