| categoria: sanità Lazio

Inchiesta vaccini e lingua blu, Marabelli si autosospende

Romano Marabelli

Il segretario generale del Ministero della Salute Romano Marabelli ha presentato richiesta di sospensione dalle funzioni e dallo stipendio in seguito alle notizie stampa sull’inchiesta della Procura di Roma per la vicenda dei vaccini Aviaria e Blu Tongue. Lo rende noto il Ministero della Salute. Nella lettera, trasmessa al Ministro Lorenzin, Marabelli ha motivato la richiesta con l’esigenza «di sollevare il Ministro e il Ministero da qualsiasi imbarazzo conseguente agli attacchi mediatici». Secondo la Procura di Roma sulle emergenze vaccini Lingua Blu e Aviaria ci furono illeciti ed omissioni hanno provocato danni al patrimonio zootecnico. La procura di Roma ha recentemente chiuso l’inchiesta con 41 indagati che ora rischiano di finire sotto processo con accuse che, a seconda delle posizioni, vanno dall’associazione per delinquere alla corruzione, dall’epidemia alla diffusione di una malattia degli animali, dalla falsità ideologica alla rivelazione di segreti d’ufficio. Spiccano nella lista dell’avviso di chiusura inchiesta dirigenti e funzionari del ministero della Salute, tra cui Marabelli. Il Ministro Beatrice Lorenzin ha provveduto alla sospensione del segretario generale, manifestando «apprezzamento per la sensibilità istituzionale mostrata e certa che Marabelli possa dimostrare la sua estraneità ai fatti».

I reati ipotizzati dal procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo sono quelli di associazione per delinquere e corruzione, a seconda della posizione processuale. I fatti presi in considerazione sono avvenuti in parte nel periodo che va dal 2006 al 2009. All’epoca della nomina nel maggio scorso Marabelli era a capo del Dipartimento della sanità pubblica veterinaria, della sicurezza alimentare e degli organi collegiali per la tutela della salute. Laureato in medicina veterinaria a Milano nel 1979, nel corso della sua lunga carriera lo studioso ha firmato oltre 100 lavori scientifici ed è stato professore incaricato o ha collaborato a gruppi di ricerca presso le scuole di specializzazione dell’Università di Pavia, di Piacenza, di Parma, di Napoli e di Milano. Marabelli, medaglia d’oro a merito per la Sanità pubblica, è stato nominato nel 2010 Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al merito della Repubblica italiana, e ha ricoperto numerosi incarichi in Italia e all’estero. Fra l’altro, è stato presidente dell’Ufficio internazionale dell’epizoozie (Oie) di Parigi, componente del Comitato strategico per la sanità 2007-13 a Bruxelles e per due mandati anche vicepresidente dell’Emea (Agenzia europea di valutazione dei medicinali).

Ti potrebbero interessare anche:

AssoTutela: “Agli Ifo spuntano incarichi come funghi”
VITERBO/Sanità, Cgil e vertici Asl a confronto «Stop al taglio dei posti letto»
Cadute degli over 65, progetto di prevenzione della Asl di Latina
IL PUNTO/ Alzheimer e Fondazione Roma, in Campidoglio qualcuno rema contro?
LA POLEMICA/ "I romani stiano tranquilli, le farmacie non chiudono"
L'INTERVISTA/ Quella carrozzina non discrimina



wordpress stat