| categoria: sanità Lazio

LA DENUNCIA/ Pertini, stop alle aggressioni al personale infermieristico

L’organizzazione sindacale NURSIND denuncia l’aggressione avvenuta 08/07/2014 presso il Pronto Soccorso dell’ospedale Sandro Pertini, ai danni di due infermiere le quali hanno riportato entrambi 7gg di prognosi. L’unica colpa delle colleghe? quella di esercitare il proprio lavoro al triage del DEA.
Quello che il più delle volte viene, forse un po’ superficialmente, considerato un episodio per una sorta di caso sfortunato, è l’ultimo di una serie d’incidenti (già segnalati dal Nursind anche in altri ospedali quali San Camillo-Forlanini G.B. Grassi, Tor Vergata), che oramai sono quasi quotidiani, dettati in primis sicuramente dalle condizioni di lavoro a rischio laddove è più palpabile il disagio dei lavoratori. Inoltre, con estremo stupore, assistiamo al mutismo dell’amministrazione a oggi totalmente assente nel prendere una posizione chiara e netta (sia solo per un gesto di solidarietà) a difesa di dipendenti aggredite mentre lavoravano all’interno della struttura ospedaliera.Quest’ultimo grave episodio ripropone, ancora una volta, la grave situazione in cui opera il personale infermieristico all’interno del Pronto Soccorso, dove denunciamo: a) L’assenza di un posto di polizia (da noi richiesto ufficialmente in più sedi.) b) L’assenza di una barriera di protezione all’accettazione del triage. c) La facilità di accesso anche per chi non deve essere sottoposto al triage

Ti potrebbero interessare anche:

"Quella felice anomalia nel panorama della sanità laziale"
Inaugurata a Ostia la terza casa della salute della Capitale
Lazio "scoperto" per l'ictus, solo 5 i centri salva-vita aperti
Ospedali, rischi clinici e infezioni: la Asl di Latina corre ai ripari
"Happy Hour ricerca&cura" aperitivo scientifico agli Ifo
Panella: Umberto I Roma pronto per nuova fase



wordpress stat