| categoria: politica

Truffa, assolta storica segretaria dell’ex leader Pd Bersani

Zoia Veronesi, storica segretaria del leader del Pd Pierluigi Bersani, è stata assolta oggi dal gup di Bologna, perché il fatto non sussiste, dall’accusa di truffa aggravata ai danni della Regione Emilia-Romagna. Lo ha riferito il suo legale, Paolo Trombetti, all’esito dell’udienza. Con Veronesi è stato assolto anche Bruno Solaroli, già capo di gabinetto del presidente dell’Emilia-Romagna.
“Il giudice ha pronunciato una sentenza di assoluzione perché il fatto non sussiste. La formula è la più ampia, la sentenza parla da sola”, ha detto l’avvocato.
Le motivazioni saranno note in 90 giorni e allora la procura potrebbe impugnare la sentenza e fare ricorso. Secondo i magistrati che l’accusavano, Veronesi sarebbe stata pagata dalla Regione per svolgere però il ruolo di segretaria di Bersani – già presidente dell’Emilia-Romagna – a Roma, come leader Pd. La donna aveva invece spiegato di seguire l’agenda di Bersani solo al di fuori del lavoro di funzionario della Regione.

Ti potrebbero interessare anche:

Truffa quote latte, "Benvenuti al Nord" con la foto Maroni-Bossi
Ira di Berlusconi sul Colle, dimostra la sua faziosità
MOSE/Enrico Letta, querela per chi associa il mio nome alle indagini inventando
IL PUNTO/ Il Cav segue le mosse di Renzi, non potrà fare tutto da solo
Renzi in Nevada inaugura centrale Enel. Italia e Usa possono collaborare su energia
Battaglia sul referendum, si prospetta una campagna al veleno



wordpress stat