| categoria: politica

M5S/ Di Maio rilancia il dialogo sulla legge elettorale

Beppe Grillo esce di scena e lascia per il momento i riflettori a Luigi Di Maio. Il primo aveva chiuso duramente la trattativa con il Pd; il secondo, al contrario, apre al dialogo con Matteo Renzi sulla legge elettorale. La regia è di Gianroberto Casaleggio che da Milano coordina le azioni dei due e vigila su senatori e deputati M5S. Il leader genovese, spinto dai suoi stessi parlamentari e da qualche polemica interna, interviene sul blog con una precisazione in merito a «Parlamento aperto», l’iniziativa che riporterà in strada i parlamentari cinquestelle in segno di protesta contro le riforme: si tratta – spiega Grillo – di una manifestazione e non significa che i cinquestelle dovranno dimettersi dal loro incarico. D’altronde, una decisione del genere difficilmente sarebbe accolta con serenità nella comunità dei parlamentari cinque stelle, soprattutto da chi ormai rivendica la conoscenza del «palazzo». Intanto Di Maio, che ieri ha raggiunto Palazzo Madama per dare sostegno ai senatori stellati impegnati nell’ostruzionismo al ddl riforme, lavora al dialogo con i Dem. In una intervista a Panorama, il vicepresidente della Camera torna a spingere per la trattativa con il Pd, almeno sull’Italicum. Il deputato napoletano spiega che il filo non è interrotto ma che il M5S attende ancora una riposta dei democrats. E ribadisce i punti della trattativa: «Renzi vuole che ci sia subito un governo che governi e noi glielo concediamo, accettando la legge già in funzione per i sindaci: primo turno proporzionale e ballottaggio tra i primi due classificati. In cambio – aggiunge – chiediamo l’introduzione delle preferenze e l’esclusione dal Parlamento dei condannati con sentenza definitiva, tranne che per i reati di opinione».

Ti potrebbero interessare anche:

Letta, questione sbarchi non si risolverà con l'arrivo dell'inverno
IL PUNTO/ Legge elettorale, i "piccoli" all'attacco sulle preferenze. Nasce il "front...
Non c'è accordo su flessibilità, Ue rinvia a domani
RAI/ Il Pd si spacca, la minoranza presenta la sua riforma
Giustizia, prima intesa nel governo sulla prescrizione: ridotti i termini, ora tavolo tecnico
La minoranza Pd congela la resa dei conti, dialogo ma niente sconti



wordpress stat