| categoria: sanità Lazio, Senza categoria

Ennesimo rinvio della Commissione Sanità, Zingaretti teme il confronto

«La Sanità è allo sbando e mai come ora servono interventi mirati per favorire quel rilancio delle strutture e dei servizi sanitari chiesti con insistenza dai cittadini e a questi dovuti. Il presidente Zingaretti sembra però non curarsene, troppo impegnato forse ad elargire incarichi ai suoi protetti privi di requisiti e competenze necessarie per affrontare tale emergenza». Lo dichiara Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio e componente della commissione Salute. «È gravissimo e inaudito – aggiunge Santori – che la tanto sbandierata audizione, in programma per lunedì 4 agosto, con il presidente della Giunta in qualità di commissario ad acta alla sanità e il sub commissario Botti, convocata dal presidente della commissione Lena al fine di illustrare ai consiglieri regionali i Piani operativi relativi al triennio 2013-2015, è stata rimandata a data da definirsi. Ci domandiamo quali siano questi impegni improrogabili di cui parla la nota e che meritano la priorità rispetto alla questione sanità e a quando s’intende fissare una nuova audizione visto che la pausa estiva è alle porte. Un rinvio che ha tanto l’odore della paura di un confronto diretto con chi riesce a interpretare gli umori dei cittadini, venendo incontro alle loro esigenze. Vorrei sommessamente ricordare al presidente Zingaretti che il suo ultimo confronto con i membri della commissione Salute risale al 23 luglio 2013, esattamente un anno fa. Un anno passato nel ricordo delle promesse mancate sul miglioramento del servizio sanitario regionale. È facile pensare che il governatore del Lazio oltre ad immaginare una sanità efficiente continua ad immaginare un confronto democratico con chi realmente rappresenta il territorio

Ti potrebbero interessare anche:

Il corteo dell'Idi sotto le mura del Vaticano: "Vergogna, vergogna"
Peperoncino, quello indiano costa meno
Imu, copertura seconda rata con banche e benzina
Trastevere, scarse condizioni igieniche, chiuso un ristorante
Regionali, finisce 5-2 per il centrosinistra. Ma Renzi è in difficoltà
Indagato un dirigente su quattro, in Campidoglio "c'è ancora illegalità"



wordpress stat