| categoria: Roma e Lazio, Senza categoria

IL PUNTO/ Non bastava Marino, il Pd romano scopre di dover gestire anche un “caso Zingaretti”

Renzi è perso per i fatti suoi (dovrebbero essere i fatti del Paese) e non ha tempo di occuparsi di beghe locali. Ma sbaglia, perché il caso Roma-Lazio sta diventando ingombrante. E domani potrebbe essere pericoloso per il Pd e per la politica renziana. Da tempo tutti concordano, Marino è stata una scelta sbagliata, oggi è un pericolo, domani può diventare un residuo imbarazzante. Ma è difficilissimo sbarazzarsi di lui. Ma se si aggiunge sul piatto il nascente caso Zingaretti per il segretari Cosentino e Melilli muoversi diventa difficile. Nella lunghissima fase di stallo Marino non governa e quando si muove fa danni, Zinga fa dell’immobilismo e della politica degli annunci la sua unica strategia. Non gli andava e non gli va di stare in Regione, si candida indifferentemente a tutto. Ma nessuno lo prende sul serio (dovrebbe chiedersi perché) mentre intorno a lui prospera un incredibile mondo di affari e interessi. E lo stesso centrosinistra ne ha le scatole piene e manifesta insofferenza. Gli impegni non rispettati costano cari sul piano elettorale, Zinga va stoppato. E lui ce la mette tutta per volare altrove. Voleva fare il presidente del partito, ha fatto in modo che la sua autocandidatura girasse, sappiamo come è andata. Poi, messo fuori gioco Errani si è messo in corsa per la presidenza della conferenza Stato-regioni. Ma è arrivato secondo, il Pd si sente garantito dal governatore piemontese. E l’evolversi del caso si fa irritante per tutti, amici e nemici. Perché il governatore nel frattempo non governa, i suoi bluff non incantano nessuno. O impara a lavorare o si dimette, non ci sono alternative. Almeno questo agli elettori lo deve

Ti potrebbero interessare anche:

L'artigiano sale in cattedra, "botteghe scuola" nel Lazio. E Zingaretti promette 12 milion...
FIUMICINO/ Montino vuole gli internazionali di tennis
Blitz nel campo nomadi di via Candoni, allontanati 34 "abusivi" e abbattute quattro baracc...
Autisti Tpl si incatenano per protesta. Bus a singhiozzo: disagi per i pendolari
Una pizza per celebrare salsiccia di Cancellara
Zingaretti: Smeriglio corre e si dimette, al suo posto Leodori



wordpress stat