| categoria: In breve, Senza categoria

ROMA/ Immigrato con la bocca cucita fugge dall’ospedale

Uno dei due immigrati che protestano da 9 giorni con le bocche cucite al Cie di Ponte Galeria a Roma è fuggito ieri sera dall’ospedale Grassi di Ostia, dove era stato ricoverato nel pomeriggio perchè diceva di aver ingoiato una lametta. Lo ha reso noto la direttrice del Cie, Floriana Lo Bianco. L’immigrato è un algerino di 28 anni che pochi giorni fa aveva visto prorogata per un mese la sua detenzione nel Centro di identificazione ed espulsione. L’uomo è ora ricercato. L’algerino era stato ricoverato al Grassi nel tardo pomeriggio di ieri, secondo quanto si apprende. Alle 23.30 è arrivata la segnalazione che si era allontanato dall’ospedale. Assieme a un tunisino di 27 anni l’immigrato attua da 9 giorni la protesta delle labbra chiuse con del filo di rame contro i tempi di detenzione troppo lunghi nel Cie, come già fecero altri migranti ospiti della struttura romana nei mesi scorsi. Ieri per il tunisino erano state attivate le procedure di rimpatrio perchè destinatario di un decreto di espulsione, ma il giovane è poi stato riportato al Cie di Ponte Galeria.

Ti potrebbero interessare anche:

Cattolici tedeschi favorevoli a pillola, aborto, divorzio e anche un Papa donna
ROMA/ Casalbertone, due rom sorpresi a smontare un suv rubato
Niente sconti, l'hotel di Cusani resta sotto sequestro
Lo shopping di Pechino: la Cina compra Pirelli, maxi Opa da 7 miliardi. Tronchetti resta
Miopia, fenomeno dilagante. Aria aperta per ridurre i rischi
ISIS/ Hollande sdogana Putin, alleanza con la Russia



wordpress stat