| categoria: politica

Moody’s, Pil Italia 2014 -0,1%. A rischio le stime sul deficit

L’Italia chiuderà il 2014 con un Pil in contrazione dello 0,1% contro il +0,5% stimato in precedenza, e mancherà entrambi gli obiettivi governativi di deficit/Pil collocandosi al 2,7% quest’anno e il prossimo, con “rischi significativi” di sforare ulteriormente.Lo scrive Moody’s dopo il ritorno della Penisola in recessione.
La crescita più debole del previsto “complica il passaggio e la realizzazione dell’agenda di riforme strutturali del governo Renzi”. A dirlo è Moody’s, secondo cui “la lentezza nel procedere sulle riforme suggerisce che la popolarità del governo non si è ancora tradotta in spinta politica” a favore di “un insieme di riforme più ampio”. Secondo l’agenzia di rating, con le sue affermazioni il Commissario alla spending review, Carlo Cottarelli, ha rivelato “le difficoltà dell’Italia nel rendere permanenti le riduzioni di spese di fronte alla pressione politica”.

Ti potrebbero interessare anche:

Bilancio Ue, compromesso nella notte. La bozza c'è
CORRUZIONE/ Cantone: daspo? Le parole devono tradursi in norme
Italicum, il Senato approva con 184 sì, ora la legge elettorale torna alla Camera
Gli italiani amano Mattarella. Il paradosso, cresce la fiducia in Renzi
Compravendita senatori: prescrizione per Berlusconi a Napoli
SANITÀ: BERLUSCONI, 'IN BASILICATA FINANZIARE NUOVO PIANO CON ROYALTIES PETROLIÒ



wordpress stat