| categoria: sanità Lazio, Senza categoria

Umberto I, pazienti spostati per dare una “singola” a un senatore? La direzione non smentisce: “strumentalizzazioni”

Il direttore generale dell'Umberto I Alessio

Una giovane tirocinante di scienze infermieristiche ha denunciato, in una lettera inviata al suo docente, poi resa pubblica sul suo profilo Facebook, il trattamento di favore per un senatore della Repubblica a scapito di altri pazienti. Per permettere al parlamentare di avere una stanza singola, sarebbero stati spostati altri degenti in camere già affollate. Un episodio, riferito dalla giovane, in servizio presso la Medicina interna, con grande passione, e dovizia di particolari, e di cui la studentessa chiede conto al suo professore. La giovane, Roberta C., sottolinea in particolare che è stato affidato proprio a lei, una studentessa, il compito di informare i due pazienti ‘sfrattatì. «Quel compito ingrato – scrive Cristofani – me lo lasci dire, sarebbe toccato a lei professore. Non a una studentessa che non riesce a farsi una ragione di episodi del genere», aggiunge Roberta che rifiuta la divisione tra pazienti di serie A e pazienti di serie B. L’ospedale però, in una nota, esprime «meraviglia» per la denuncia e si riserva di tutelare la propria immagine in qualsiasi sede. «Non capiamo – precisa la nota della direzione – quale possa essere il privilegio accordato al Senatore se non quello del degno riconoscimento, da parte di quest’ultimo, per tutti gli operatori sanitari, di fruire, per sua scelta, di prestazioni mediche di avanguardia da parte di professionisti di eccellenza».
La direzione «tiene a precisare che la struttura ospedaliera che deve farsi carico e garantire, anche in considerazione delle specifiche patologie, la privacy e la sicurezza di tutti i pazienti ricoverati» Per la direzione del policlinico Umberto I di Roma non c’è stato «nessun favoritismo ma il medesimo trattamento anche quando trattasi di personaggi pubblici incaricati di particolari funzioni, che scelgono, indipendentemente dal comfort alberghiero, di farsi curare presso il Policlinico». Non ci sarebbe registrato inoltre, sempre secondo la direzione, nessun disagio «ad alcuno se non il pretesto di una incomprensibile strumentalizzazione e l’azienda tutelerà la propria immagine e quella dei suoi professionisti non esclusa quella giudiziaria», conclude la nota.

Ti potrebbero interessare anche:

SANITA'/Barillari (M5S): Nomine Dg Asl: dov è la trasparenza?
Domenica al Gemelli la XIII Giornata del Sollievo
LIBIA/ Liberato insegnante inglese sequestrato a maggio
Ancora gelo tra Ankara e Mosca, sfide e controsfide
Usb: pulitori senza stipendio occupano Asl Roma2
CONFRONTI/ SALUTE E SICUREZZA NELLE STRUTTURE SANITARIE



wordpress stat