| categoria: In breve

Bengalese ucciso nel ragusano, i carabinieri fermano il presunto omicida

È un bracciante agricolo romeno di 25 anni, incensurato, l’autore dell’omicidio del coetaneo originario del Bengala assassinato domenica scorsa nelle campagne di Vittoria (Ragusa). L’uomo ha confessato il delitto ai carabinieri del Comando provinciale di Ragusa che lo hanno fermato. L’accaparramento del lavoro nei campi sembra essere il movente dell’omicidio. Militari dell’Arma hanno recuperato il coltello commesso per il delitto e gli indumenti ancora sporchi di sangue che il presunto autore avrebbe indossato al momento dell’aggressione. Nei confronti dell’indagato la Procura di Ragusa ha emesso un fermo, firmato dal sostituto Federica Messina, per omicidio volontario aggravato e porto abusivo di arma da taglio. I dettagli dell’operazione saranno resi noti durante una conferenza stampa che si terrà alle 10.30 odierne nella sede del Comando provinciale dei Carabinieri di Ragusa

Ti potrebbero interessare anche:

Giustizia, la Cancellieri promuove la Matone
Ennesima tragedia a Lampedusa. Naufragio, annegano in centinaia. La barca ha preso fuoco
La Corte Ue invalida la direttiva sulla conservazione dati
CINEMA/ Incassi Usa, sempre in testa "Cinquanta sfumature di grigio"
Francia, frontale minibus-tir: morti 12 turisti portoghesi. Feriti due italiani
Valter Mainetti è professore ad honorem dell’Università di Parma



wordpress stat