| categoria: attualità

Ebola, il medico e l’infermiera guariti dal virus: “Grazie a tutti, è un miracolo”


Ebola, il medico e l’infermiera guariti dal virus: “Grazie a tutti, è un miracolo”. Il dottore-missionario era stato contagiato ai primi di agosto dall’ebola in Liberia ed è stato il primo ad aver ricevuto il siero sperimentale ZMapp. Dimessa dall’ospedale anche l’infermiera Nancy Writebol che aveva contratto il virus

“Oggi è un giorno miracoloso, sono felice di essere vivo e voglio ringraziare tutti coloro i quali hanno pregato per me mentre ero malato in Liberia e i medici che si sono occupati di me qui all’ospedale Emory di Atlanta”. È questo il commento commosso di Kent Brantly, il dottore che aveva contratto il virus ebola in Liberia ed è guarito dopo essere stato curato all’Emory University Hospital di Atlanta con un siero sperimentale. “Sono qui perché ho pregato un Dio che risponde alle preghiere”, ha aggiunto il medico alla conferenza stampa che si è tenuta nella clinica.

Il dottore-missionario americano contagiato ai primi di agosto, ha quindi lasciato l’ospedale. E anche Nancy Writebol, l’infermiera americana che aveva contratto il virus Ebola è stata dimessa dall’Emory University Hospital di Atlanta. Entrambi gli operatori sanitari hanno ricevuto il siero sperimentale ‘ZMapp’. La cura era stata testata solo sulle scimmie ma le condizioni disperate di Brantly lo hanno indotto ad accettare il trattamento. Da allora l’uomo, il primo ad aver ricevuto questa cura, è progressivamente migliorato.
Lo stesso siero ‘ZMapp’ si è, invece, rivelato inutile per Miguel Pajares, un missionario spagnolo 75enne rimpatriato circa dieci gironi dopo dopo aver contratto il visrus.

Intanto l’organizzazione Medici senza frontiere alza la voce per la gestione dell’epidemia in Africa. Dalle colonne del New York Times, la presidente Joanne Liu, denuncia infatti che si sta assistendo a un vero e proprio disastro organizzativo e che “le agenzie di salute non hanno ancora raggiunto e compreso a pieno il loro scopo. Nessuno – continua il medico – ancora ha una reale misura della vastità di questa crisi”.

Ti potrebbero interessare anche:

Il Papa insofferente alle misure di sicurezza: sono un pellegrino, voglio andare tra i pellegrini
MIGRANTI/ Le solite polemiche, per Amnesty gli italiani sono aguzzini
Ue, Moscovici: non temiamo crisi bancaria in Italia
MIGRANTI/ Salvini, Aquarius vada dove vuole, non Italia
Decreto immigrazione, le novità: più rimpatri e meno permessi di soggiorno
GOVERNO: TRIA, SPAZZATURA CONTRO DI ME, MA NON MI DIMETTO



wordpress stat