| categoria: politica

Grillo, dobbiamo riprenderci il Paese, M5S al governo

«Noi dobbiamo, assolutamente, riprenderci il Paese. Dobbiamo andare a governare noi. So che vi sembra strano che un comico vi dica queste cose, ma bisogna che il Movimento si riprenda il Paese e piano piano inizieremo a fare il reddito di cittadinanza, perché non bisogna mollare milioni di persone sulla soglia della fame in Italia. Mi vergogno a vivere in un Paese così, e questi qui danno ottanta euro in busta, sotto le elezioni». Lo dice Beppe Grillo in un videomessaggio pubblicato sul suo blog. «Facciamo il reddito di cittadinanza, facciamo la piccola e media impresa, detassiamo, togliamo veramente l’Irap, non la finta del 10% – incalza il leader M5S – andiamo a essere concorrenziali, mettiamo protezioni ai nostri prodotti! Altro che ammortizzatori sociali e cassa integrazione, si tolgono quelle, si trovano i fondi, dalla politica, dalle armi, dal gioco di azzardo, possiamo veramente riprenderci!» «Se non credete a me, che sono un comico, che ho preso per il cu.. tutta la vita milioni di persone, a chi dovete credere? – chiede – A questi che fanno finta di essere persone per bene e sono dei millantatori? Abbiate pazienza, fidatevi, che cosa avete e che cosa c’è da perdere in questo Paese in più? Dateci la possibilità di governare questo Paese, andate a vedere, informatevi, siete curiosi, andate sulla rete, sul nostro blog, sul Movimento».
«Non voglio un posto in Parlamento. Ho perso dei soldi perchè potevo fare la mia carriera tranquillamente, allora che cosa ci guadagno? Abbiamo bisogno di un pensiero nuovo, non di una persona, non sono io che dovrete votare, ma un pensiero, di economia, di politica, un pò diverso», scrive Grillo nel suo post in cui ribadisce:«vorrei andare a elezioni, per allora determinare se il popolo italiano vuole essere preso ancora per il culo da questo cartone animato che gira e sloganizza tutto, sloganizza, fa degli sloganetti, ce lo avevamo a scuola quei tipi di persone lì: facevano i casini e poi piangevano davanti al maestro e si facevano compatire! Per carità!». Quindi il leader dei 5 Stelle prosegue nel suo attacco: «Siamo rivoluzionari, siamo molto rivoluzionari, vogliamo essere onesti, per bene e prenderci il paese, con metodi democratici. Va bene? Questo è il massimo della democrazia che io conosco, e non potete continuare a farvi prendere per il culo da questi incompetenti, ripeto, incompetenti allo sbaraglio! Adesso faranno qualsiasi cosa per fare quadrare i conti, volevano aumentare il Pil di due punti, perchè l’hanno promesso? Ci metteranno dentro la droga, la prostituzione, vedrai che il Pil, la nostra ricchezza aumenta del due per cento, ecco la loro mentalità! Io modero i toni, voglio i toni bassi, voglio parlare bene, voglio essere moderato, voglio che voi non mi vediate sempre come quello che grida, perchè io non grido. Il mio modo è leggermente alterato, perchè non abbiamo più tempo». «Questo governo, questo ebetino, è il peggiore di tutti! Mi vergogno a vivere in un Paese così, e questi qui danno ottanta Euro in busta, sotto le elezioni», incalza ancora Grillo.

Ti potrebbero interessare anche:

Trasparenza Pa, tutto pubblicato on line dai contratti alle indennità dei politici, compresi coniuge...
Letta rassicura sull'Imu: 'Nessuna retromarcia'
Primo ok Ue alla manovra, ma il giudizio è rinviato a marzo
M5S in crisi, Grillo cancella le date del suo tour mondiale
Parlamentarie a rischio nel M5S, Fico frena: nessuna fase due
IL PUNTO/ Il ringiovanimento annunciato da Renzi? La solita bufala



wordpress stat