| categoria: esteri

Obama, dopo Ferguson basta agenti armati fino ai denti

Ormai sono armati come i servizi speciali dell’esercito: e« giunto il momento di rivedere la dotazione di equipaggiamenti e armi di tipo militare fornite dal governo federale ai dipartimenti di polizia degli Stati Uniti. Lo ha deciso il presidente Barack Obama, dopo la diffusione su tutti i media di video e foto di agenti di polizia armati fino ai denti che fronteggiavano i manifestanti scesi in strada a Ferguson per protestare, spesso in maniera violenta, per l’uccisione di un ragazzo afroamericano da parte di un poliziotto bianco. Obama, riferisce il New York Times, ha dato indicazione di avviare una revisione delle forniture di giubbotti antiproiettile, mezzi anti-mina, blindati, fucili automatici ed altri equipaggiamenti. Si tratta di un esame, che sarà condotto dalla Casa Bianca, di una politica avviata oltre dieci anni fa. E oltre alle armi in dotazione, verrà anche rivisto il livello di addestramento a cui vengono sottoposti gli agenti, per stabilire se siano qualificati per usare equipaggiamenti del genere. Dopo gli attacchi terroristici dell’11 settembre 2001, il governo iniziò a pompare miliardi di dollari verso i dipartimenti di polizia in tutto il Paese, considerandoli in prima linea nella guerra al terrorismo. Anche il Pentagono iniziò a sua volta a trasferire alla polizia il proprio surplus di alcuni tipi di armi e attrezzature. Numerosi esponenti politici e difensori dei diritti civili hanno però negli ultimi giorni espresso pubblicamente fastidio nel vedere le immagini rilanciate da tutti i media di agenti di polizia,che sembravano più soldati in prima linea che poliziotti davanti ad una manifestazione di protesta. Molti scatti e video li hanno inoltre colti mentre puntano potenti fucili militari ad altezza d’uomo, contro i manifestanti schierati davanti a loro. Un aspetto che è stato stigmatizzato anche da ex alti ufficiali dell’esercito, proprio per sottolineare la probabile mancanza di addestramento adeguato da parte degli agenti. Nelle forze armate si insegna che il dito non si tiene sul grilletto e che la canna va tenuta o completamente abbassata o al massimo ad un’inclinazione di 45 gradi. »Lo scopo è quello di marcare la presenza, non di marcare che si è all’offensiva«, ha sottolineato il generale a riposo Paul Eaton. Tuttavia, scrive ancora il Nyt, anche se i crimini violenti negli Usa sono scesi al livello più basso da una generazione e la possibilità di attacchi terroristici sul suolo Usa appare ora remota, ogni tentativo di ridimensionare i fondi e gli equipaggiamento della polizia rischia di trovare una forte opposizione da parte di molti esponenti politici, specie con la prospettiva delle elezioni di metà mandato ormai all’orizzonte.

Ti potrebbero interessare anche:

Egitto, Mubarak fuori dal carcere: ai domiciliari in ospedale
Libia: Mogherini, o c'è una scossa o la situazione peggiorerà
EGITTO/Scontro tra pullman e camion, almeno 25 morti e 27 feriti
Ucciso un ragazzo arabo a Gerusalemme. Hamas, 'Israele pagherà'
Onu, al Consiglio di Sicurezza la Spagna batte la Turchia. E per Caracas arriva la figlia di Chavez
Johannesburg, saccheggi e attacchi agli immigrati



wordpress stat