| categoria: politica

SLA/Cacciari, doccia ghiacciata? Solo una scusa per fare i deficienti

Massimo Cacciari

È tragico che per raccogliere fondi occorra fare i deficienti». È impietoso il giudizio di Massimo Cacciari, filosofo ed ex sindaco di Venezia, sull’Ice Bucket Challenge, che ieri ha trovato un testimonial anche nel premier Matteo Renzi. «Questi spettacolini, anzi, chiamiamoli sketch – dice Cacciari in un’intervista sul Fatto quotidiano – non hanno niente a fare con la beneficenza. Aiutare il prossimo è un altra cosa». «Questa roba – secondo il filosofo – è una réclame per chi lo fa. Se è beneficenza, è beneficenza pelosa. Ci pensi un attimo: se le persone comuni si tirassero l’acqua gelata addosso, che effetti positivi sortirebbero sulla propensione al bene degli individui? Sono mode nate nella società della pubblicità. È tutto banale, tutto molto banale». Quindi Renzi ha sbagliato a partecipare? «Era ovvio che Renzi lo facesse: o fa il discorso mio, o si butta l’acqua addosso, non ci sono alternative». Eppure Obama si è tirato indietro. «Obama ha fatto la persona seria, ma lui se lo può permettere, Renzi forse no. Lui è un giovane che è nato, si è formato, negli anni in cui è proliferata quest’idea di politica qui. Uno che fa la politica come la fa Renzi, lo dico senza acredine, è perfetto per l’Ice Bucket – secondo Cacciari – Tra l’altro se lo coinvolgono in un gioco del genere, lui mica può tirarsi indietro: lo accuserebbero di snobismo». E il parallelo con altre campagne del passato promosse da celebrità, ad esempio il Live aid, per l’ex sindaco non sta in piedi: «Erano eventi organizzati da grandi leader artistici, questi invece sono personaggi che si legano a degli spettacolini senza nessuna coscienza politica alle spalle. Vedo solo il deprimente spettacolo di giovani che si tirano l’acqua addosso».

Ti potrebbero interessare anche:

DEF/ Deficit strutturale in equilibrio nel 2015 (0,1%)
Riforma in salita, Altolà di Forza Italia. La minoranza Pd tiene il punto
Sindaci contro il governo, no allo Sblocca Italia e ai tagli
Rai, scade il Cda, Renzi vuole un supermanager donna
Chiude la Leopolda, "partito ragione, bandiera del Pd nel cuore"
Mille assunzioni al ministero della Giustizia, primo sì alla Camera



wordpress stat