| categoria: economia

Tasi, per le associazioni dei Consumatori è un Imu-bis che costerà alle famiglie 231 euro l’anno

La Tasi sarà «nei fatti un’IMU-bis, che costerà alle famiglie in media 231 Euro annui» qualora sia fissata al 2,5 per mille. Lo sottolineano in una nota Adisbef e Federconsumatori sottolineando come sia «passata la prima scadenza per il pagamento della Tasi per i comuni che hanno già deliberato, ma la materia tuttora è ancora avvolta dal caos». «Aliquote differenti da comune a comune, scadenze diverse a seconda dei tempi entro cui il comune di residenza delibera, detrazioni estremamente diversificate, ma comunque di molto inferiori a quelle disposte per l’IMU. La nuova Tasi per ora – spiegano le associazioni dei consumatori – ha prodotto un solo risultato certo: mandare nel panico 60 milioni di italiani oltre che gravare sui redditi delle famiglie gia ridotti ai minimi termini». Per Adusbef e Federconsumatori, «il vero problema, quello di cui nessuno parla, che rende davvero insopportabile ed insostenibile la TASI è il fatto che circa 5 milioni di famiglie hanno pagato e pagheranno ciò che prima, grazie alle detrazioni sull’IMU, non pagavano».

Ti potrebbero interessare anche:

Cig in deroga, servono almeno 2,3 miliardi. "Il Parlamento trovi la copertura"
Mercato immobiliare in forte calo nel 2013: -9,2%, ai livelli del 1985
EURO/ La discesa non si ferma, a minimi sul dollaro dal 2003
Confindustria: ripresa innescata, pil +0,2% nel primo trimestre
Findomestic, italiani più soddisfatti ma spendono meno
GENERALI: VIA VINCOLI ETÀ, PIÙ VICINA CONFERMA GALATERI



wordpress stat