| categoria: In breve, Latina, province, regioni, Senza categoria

Fazzone chi? Monta nel territorio la rivolta contro il coordinatore di Fi

Numeri alla mano, la crisi di Fi a Roma e nel Lazio è certificata. Nelle altre regioni il partito ha vinto mediamente nel 20 per cento dei Comuni dove si è presentato. Nel Lazio il dato scende al 12%. A Cisterna si sono presentati 3 candidati con lo stesso stemma, idem a Civitavecchia, mentre a Velletri sono stati in 2 a correre l’uno contro l’altro. Senza una lira in cassa e senza neanche una sede regionale, l’amministratore straordinario Mariarosaria Rossi ha nominato qualche settimana fa l’ex coordinatore di Latina, Claudio Fazzone, nuovo segretario regionale. Impietose le cronache locali di luglio e agosto, la caduta libera del partito non si è fermata, anzi. E le sortite dell'”ex” Cusani hanno aggravato il disagio. Paradossalmente mentre il popolo di Berlusconi veniva dato in leggera risalita nel Lazio il buio pesto si è accentuato, e in provincia di Latina poi… Fazzone – curioso per un politico navigato come lui – non si è reso conto che tutto è cambiato e la sua gestione, dicono gli avversari interni, è somigliata molto alla gestione da piccolo despota di provincia. A parte le nomine per il completamento della “microstruttura” forzista, dal coordinamento non sarebbe mai partita neanche una mail. Insomma, una sorta di paralisi. e intanto anche Tajani lo ha scaricato. Prima delle elezioni sembrava che l’eurodeputato e il potente di Fondi andassero d’amore e d’accordo. Uno lavorava per il partito e per sé, l’altro per spingere l’ex presidente della Provincia di Latina, Armando Cusani, verso Bruxelles. Sono i numeri che indicano come tra i due l’accordo non abbia funzionato. Sezione per sezioni, all’appello mancherebbero diverse decine di migliaia di voti che Fazzone avrebbe dovuto portare a Tajani. C’è chi giura che ogni volta che si parla di Fazzone a Tajani, quest’ultimo avrebbe un sussulto delle sopracciglia e un improvviso cambio d’umore. Pare che il buon Fazzone abbia fatto un pensierino per prendere il posto di Tajani e che lo stesso l’abbia saputo, visto che l’ex senatore sarebbe andato in giro a raccontare che sarebbe diventato il numero 1 del centro Italia, benedetto da Berlusconi e dalla “straordinaria” Rossi. Questo avrebbe convinto Simeone, Aurigemma e Tredicine a passare armi e bagagli con il coordinatore regionale. “Contro” è un termine molto forte, ma la gestione Fazzone non piace a Davide Bordoni, coordinatore romano e neanche ad “provinciale” di Roma, Adriano Palozzi. Se poi si va nelle altre province, il “contro” rischia di trasformarsi in “rivolta”.
La nuova organizzazione della macchina forzista ha giù fatto un intervento anti crisi, portando il costo delle tessere da 50 a 30 euro. Uno sconto niente male che però non ha portato il risultato sperato. Anzi. Gli insider garantiscono che l’agevolazione avvantaggia chi voleva investire sui congresso che, a parità di budget, vedrà aumentare il numero dei tesserati. Defunti e inconsapevoli compresi. Fazzone nion si arrende, ci sarà il congresso e chi lo vince controllerà il partito,. Ecco perché il tesseramento è fondamentale: a cavallo di Natale si deciderà il volto laziale di Forza Italia e chi tornerà tra i cittadini per fare proseliti. Lo statuto prevede una struttura a livello comunale nella regione e municipale a Roma, per un totale di circa 500 persone che avranno il compito di spiegare ai cittadini la nuova release del partito. Ma non si è tesserato nessuno, e il partito è nel panico. In primavera si voterà in alcuni Comuni, tra cui Albano Laziale. C’è il rischio che si arrivi con due candidati a darsi battaglia con la stessa bandiera. Niente male per chi doveva riorganizzarsi dopo la batosta.Saràla fine per Fazzone? Cusani si è suicidato (politicamente) da sè. Fazzone, suo mentore, potrebbe non essere da meno.

Ti potrebbero interessare anche:

Occupazioni abusive. Primavalle, Tiburtina e via della Martora, via agli sgomberi
SANITA'/ Lorenzin: patto della salute e rilancio degli ospedali
FOCUS/ Nozze in Italia, i sì dei vip da Power a Clooney
Pompei, percorsi serali e spettacoli. Dal tramonto fino a notte fonda, tra archeologia e arte
L'Appenino si 'gonfia' a causa della pioggia
Monopoli, 77enne muore sugli scogli: "Spinto in mare da un gruppo di ragazzi"



wordpress stat