| categoria: In breve, Senza categoria

Grazie al master duecento medici l’anno diventano supermanager

Un ‘super’ medico, capace di curare al meglio i pazienti, ma sopratutto di gestire un dipartimento o una struttura come il migliore dei manager, districandosi al meglio tra ‘spending review’ e le sfide di un Ssn sempre più tecnologico. Ad avere questo ‘imprinting’ sono i circa 200 medici che ogni hanno sono formati dai master o corsi di perfezionamento che trasformano i camici bianchi in abili manager della sanità. «Sono dieci gli atenei che offrono questo tipo di specializzazione post laurea in Italia – spiega all’Adnkronos Salute Americo Cicchetti, direttore di Altems, l’Alta scuola in economia e managment dei servizi sanitari dell’università Cattolica di Roma – che sfornano ogni anno circa 200 manager superspecializzati nel settore sanitario».
«Purtroppo sono ancora pochi, direi uno su due, i responsabili di strutture complesse, dipartimenti o Asl che oggi in Italia hanno ottime competenze manageriali – osserva l’esperto – mentre servirebbero all’interno del Ssn persone con una formazione adeguata in economia sanitaria, amministrazione e organizzazione aziendale o ‘Health Care Management’. Anche la formazione continua in medicina (Ecm) che i medici sono tenuti a fare, potrebbe aiutare in questo percorso di ampliamento delle conoscenze». Secondo Cicchetti l’aspetto manageriale della sanità piace molto di più invece a chi proviene da altri percorsi formativi «Ad esempio laureati in giurisprudenza, economia o ingegneria vedono il master come un’opportunità per entrare con capacità diversificate nel settore sanitario – avverte il direttore di Altems – dalle valutazioni economiche agli aspetti legali che riguardano Asl oppure ospedali, fino alla creazioni di servzi biomedici».

Ti potrebbero interessare anche:

Dieci bandiere blu alla Puglia, il record di Ostuni
Travaglio, scontro in diretta con Santoro: il giornalista abbandona lo studio
Bud Spencer: «Mia moglie Maria mi ha salvato la vita»
Paolo Villaggio dimesso dal Gemelli
Addio a Sergio Sollima, firmò Sandokan
A Petralia Sottana torna la "festa dei sapori madoniti"



wordpress stat