| categoria: sanità

Emilia Romagna, eterologa gratis nelle strutture pubbliche

. «Le linAl via in Emilia-Romagna la fecondazione eterologa, che sarà gratuita nelle strutture sanitarie pubbliche. La Regione ha predisposto le proprie linee guida, che definiscono le modalità di erogazione e i criteri di autorizzazione per le strutture sanitarie. Il documento, presentato oggi in conferenza stampa dall’assessore regionale alle Politiche per la salute Carlo Lusenti, sarà adottato la prossima settimana con una delibera di giunta. Il testo recepisce di fatto le linee guida nazionali approvate ieri dalla Conferenza delle Regioni e Province autonome. «Con l’accordo raggiunto ieri – ha affermato Lusenti – le Regioni hanno assolto in modo molto tempestivo all’impegno preso a metà agosto: condividere regole comuni di funzionamento che rendano esigibile per le coppie un diritto riconosciuto dopo la sentenza della Corte Costituzionale». Già dalla prossima settimana, non appena entrerà in vigore la delibera regionale, le coppie potranno recarsi nei 21 centri – pubblici e privati – di procreazione medicalmente assistita presenti in Emilia Romagna, per effettuare i colloqui con i medici, ai quali compete la decisione di consigliare la tecnica più idonea per la coppia.ee guida – ha spiegato l’assessore – danno ordine e disciplinano l’esercizio di un diritto, e al tempo stesso garantiscono equità di accesso alle prestazioni e sicurezza per la salute dei cittadini che ricorrono alla fecondazione eterologa». Per quanto riguarda il tema economico, l’assessore ha rimarcato che «la differenza di costi tra la procreazione medicalmente assistita omologa ed eterologa è marginale e riguarda essenzialmente la spesa per la conservazione del registro e la crioconservazione dei gameti». In Emilia Romagna – ha aggiunto – ogni anno sono circa 4.500 le coppie che fanno ricorso alla fecondazione omologa e stimiamo che con l’eterologa aumenteranno circa del 10-15%«.

Ti potrebbero interessare anche:

Al Gemelli è arrivato un robot in sala operatoria
Al S.Orsola di Bologna succo d'ananas al posto del mezzo di contrasto
EMILIA ROMAGNA/ Visite ed esami, senza disdetta il ticket si paga lo stesso
Lorenzin: "Parte il progetto per la tessera sanitaria a migranti"
Pronto soccorso. È boom di accessi per gli over 80
Asl Teramo. Progetto “Fragilità Cronicità Accompagnamento”, un modello vincente



wordpress stat