| categoria: sanità, Senza categoria

Infermieri della sanità pubblica verso lo sciopero

«Gli infermieri che lavorano nel settore pubblico sono pronti a scioperare». Lo fa sapere Andrea Bottega, segretario nazionale del Nursind, sindacato di categoria. «Il mancato finanziamento della contrattazione nazionale e aziendale sta mettendo in ginocchio il personale. Chiederemo agli infermieri di non inginocchiarsi e scendere a manifestare il loro disagio nelle piazze», annuncia Bottega il giorno dopo l’incontro col presidente del Comitato di Settore regioni-sanità, Claudio Montaldo.(
Il confronto costituiva un tentativo di conciliazione dello stato di agitazione del comparto sanità, che comprende 537.000 addetti, di cui 271.000 infermieri, ma non ha avuto l’esito sperato. Il Nursind aveva, nelle scorse settimane, sospeso lo stato di agitazione del personale per valutare se ci fossero margini per una soluzione della problematiche poste, ovvero il taglio dei fondi contrattuali, il mancato aumento di risorse economiche a partire dal gennaio 2015 per lo sblocco degli aumenti degli stipendi, la differenziazione rispetto ai lavoratori del privato nella detassazione della produttività e dello straordinario, la penalizzazione dei part time verticali nel trattamento di pensione. «Non c’è la volontà politica di procedere in tal senso», commenta Bottega, sottolineando che «da parte del Presidente del Comitato di settore c’è la comprensione delle difficoltà che sta vivendo il comparto, e la professione infermieristica in particolare, ma non rientra nei suoi poteri la decisione sulle materie economiche di finanziamento dei contratti». «Attendiamo gli incontri in programma presso il Ministero della salute che dovrebbero svolgersi nelle prossime settimane». Ma, aggiunge, «su questi presupposti ci prepariamo alla mobilitazione del personale nel mese di ottobre». «Chiederemo ai lavoratori pubblici – conclude – di manifestare la loro contrarietà ai continui blocchi degli adeguamenti stipendiali e chiederemo di ridurre la produttività in quanto non ci sono risorse per retribuirla adeguatamente».

Ti potrebbero interessare anche:

Valtellina e Trentino, possibile pagare lo skipass con il cellulare
Legge Stabilità, Pdl diviso. E il sindacato pensa allo sciopero
L'ANALISI/ Stanno dando i numeri. A chi conviene credere?
CASSAZIONE/ Sindrome di down mai diagnosticata in gravidanza, niente risarcimento
Libia, braccio di ferro sul rientro dei due italiani
PARALIMPIADI, VIDEO MUSICALE RONALDINHO PIÙ DI 1 MLN DI VISUALIZZAZIONI



wordpress stat