| categoria: sanità

Pronto Soccorso allagato a Milano, video e interrogazione M5S

Pavimenti allagati, teli verdi in terra, pioggia dal soffitto, stanze inagibili. Sono le immagini di un video diffuso dal Movimento 5 Stelle Lombardia «sull’allagamento avvenuto nel Pronto soccorso dell’ospedale San Paolo di Milano nella notte del 1 settembre». Sul caso i grillini hanno anche presentato un’interrogazione all’assessore regionale alla Salute, Mario Mantovani, annuncia Silvana Carcano, consigliere di M5S Lombardia. Le immagini sono state girate da alcuni operatori della struttura sanitaria. L’allagamento, sostiene M5S in una nota, «ha di fatto impedito le attività degli operatori sanitari con difficoltà nell’erogazione dei servizi alle persone che in quel momento si trovavano all’interno della struttura». Carcano ricorda: «Avevo già presentato un esposto alla Corte dei Conti sui lavori non completati nel pronto soccorso dell’ospedale e sugli incentivi ricevuti da alcuni dipendenti per lavori non completati.
L’allagamento del pronto soccorso è una conseguenza dei lavori non terminati e ben rappresenta la mala gestione delle risorse pubbliche in un nosocomio strategico per la sanità milanese. Nell’interrogazione chiediamo se è stato fatto tutto il possibile per garantire l’agibilità del pronto soccorso e di conseguenza la sicurezza dei pazienti e degli operatori«. All’assessore Mantovani, aggiunge la portavoce dei grillini lombardi, »chiediamo di accertare le responsabilità di quanto accaduto, responsabilità che non possono essere attribuite solamente alle ingenti e prevedibili piogge, ma a chi non ha sufficientemente e preventivamente vigilato nella gestione di un bene pubblico. Ancora una volta siamo costretti a constatare che dirigenti lautamente pagati con soldi pubblici, a cui vengono anche riconosciti premi di produzione per la gestione delle strutture, nel momento di reale bisogno evidentemente non sono presenti«.

Ti potrebbero interessare anche:

I malati di Sla domani in presidio davanti al Tesoro
Dall'insulto alle mani, oltre 1500 aggressioni al giorno a 118
PUGLIA/ Emiliano, stop a tasse. Disposto a chiudere 25 ospedali
Undici milioni di italiani rinunciano alle cure: liste d'attesa e costi elevati
Morbillo. Salgono a 3.232 i casi segnalati dall'inizio dell'anno. Certificati due decessi
Sicilia, via libera nella sanità all'assunzione nel 2017 di 5.138 figure professionali



wordpress stat