| categoria: politica, Senza categoria

DIETRO LE QUINTE/ Renzi e il Pd con la camicia bianca. E’il trend della sinistra europea

La camicia bianca indossata dal premier Matteo Renzi alla Festa Nazionale dell’Unità di Bologna è promossa a tendenza della sinistra europea. A consacrare il trend ‘renzianò sono le immagini di gruppo della giornata conclusiva a Bologna in cui il segretario generale del partito del Partito socialista europeo Achim Post, il leader dei laburisti e vice premier olandese Diederik Samsom, il primo ministro francese Manuel Valls e il segretario del Psoe spagnolo Pedro Sanchez con le loro candide camicie sembrano proprio aver tratto ispirazione dal look del capo del governo italiano. I leader europei si dividono il palco in un pomeriggio afoso, dopo avere sancito la loro «amicizia» con un pranzo a base di tortellini, vestiti come se tra loro ci fosse stato un ‘passaparolà, con una sorta di «uniforme»: pantaloni scuri e camicia bianca. «L’eleganza si concentra nella camicia» diceva Oscar Wilde. Eppure è uno degli indumenti più semplici. E forse per questo motivo Matteo Renzi, premier che sbandiera semplicità e immediatezza, s’è impadronito di questo capo del guardaroba maschile e ne fatto un elemento essenziale della sua immagine di leader. Perchè a guardare le foto del 2009, quando era sindaco di Firenze, o poco prima, quando era presidente della Provincia, le sue camicie erano ancora azzurre o a righe. Il nuovo look, preceduto dall’abbandono degli occhiali e con un nuovo taglio di capelli, ha debuttato alle iniziative alla Leopolda di Firenze. È in quel periodo che Renzi toglie la giacca e arrotola le maniche della camicia confezionata dallo stilista fiorentino Ermanno Scervino. È l’inizio della trasformazione dell’ex ‘rottamatorè in capo del governo. E se Renzi sposa la camicia bianca, Silvio Berlusconi, il più grande lanciatore di trend della politica italiana degli ultimi 30 anni, la abbandona per amore del lupetto stile Marchionne, portato sotto la giacca scura monopetto. Certo, ogni volta che il Cavaliere ha cambiato look sono arrivate novità da Arcore, ma non si può dimenticare che Silvio, come Madonna, comunica con l’immagine messaggi politici. I suoi cavalli di battaglia vanno dal vestito doppiopetto gessato, prima divisa della discesa in campo del 1994, poi di Forza Italia, alla bandana stile pirata sfoggiata a Porto Rotondo mentre passeggiava con Tony Blair e sua moglie Cherie. Tra i premier creatori di tendenze degli ultimi anni, c’è anche un ‘involontariò Mario Monti con il suo serioso loden, rilanciato soprattutto tra i politici.

Ti potrebbero interessare anche:

RIFIUTI/ Sottile: individuati quattro impianti nel Lazio
Sale la tensione tra i grillini, espulso Mastrangeli
Frosinone, inchiesta sull'aeroporto fantasma
Cgil, in piazza contro jobs act, obiettivo un milione di persone
GERMANIA/ Primo accordo tra ferrovie e sindacato macchinisti
Addio al regista Vittorio Taviani



wordpress stat