| categoria: politica

MIGRANTI/ Il sindaco di Gattinara li accoglie con il lutto al braccio

«Non sono affatto razzista, nel Comune che amministro ci sono cittadini extracomunitari che lavorano in cooperative che operano con l’amministrazione comunale e c’è un centro islamico, ma quello che sta succedendo in questi giorni con i profughi mi pare assolutamente illogico». A parlare è il sindaco di Gattinara, nel vercellese, Daniele Baglione, che per protesta, ha accolto con il lutto al braccio alcuni profughi giunti dal Gambia ed ospitati in un presidio sanitario trasformato in hospice per malati terminali. «Non si tratta di un gesto fatto contro persone che arrivano in Italia in fuga da luoghi in cui c’è povertà e guerra, ma contro uno Stato che non tutela in modo uguale i propri cittadini rispetto a quelli che arrivano da altri Paesi», precisa il primo cittadino di Gattinara che spiega. «Chi arriva in Italia per lo Stato vale 35 euro al giorno mentre non c’è lo stesso riconoscimento per quanti italiani o non vivono nel Paese in condizioni di difficoltà». «Tutti i giorni si recano da me -prosegue Baglione – persone che vivono a gattinara o nel circondario e che denunciano gravi difficoltà economiche, eppure lo Stato non li tratta come i profughi, per questo, provocatoriamente, d’ora in poi quando verranno consegnerò loro un modulo per dichiararsi rifugiati politici in modo che possano richiedere i 35 euro. Il problema – conclude – è che la gestione di questo fenomeno è totalmente lasciato al caso e con questo tipo di politiche si danno illusioni a chi arriva e non si tutela chi in Italia vive, con il rischio di alimentare una tensione sociale fortissima».

Ti potrebbero interessare anche:

Allarme 007 per l'escalation in Libia. Roma stringe i controlli
La stretta sul contante non arriva. Fassina: buonsenso
CAMERA/ 'Agendine': in tempi di crisi l'addio al gadget natalizio per i parlamentari
Stop al vitalizio di Berlusconi e di altri 18 ex parlamentari (anche Cecchi Gori, De Lorenzo e Di Do...
Legge di Stabilità, c'è la card famiglia: sconti per trasporti, sport e cultura
L'Ue chiede correzione 0,2 punti di Pil



wordpress stat