| categoria: salute

Terapia a sei mesi di vita elimina i sintomi dell’autismo?

Intervenendo già a sei mesi con giochi mirati e piccole terapie psicologiche che possono essere fatte dai genitori i bambini con autismo a tre anni non mostrano i sintomi e hanno una vita normale. Lo afferma un piccolo studio preliminare pubblicato dal Journal of Autism and Developmental Disorders coordinato da Sally Rogers dell’università della California Davis.

Il metodo ideato dalla ricercatrice è stato usato con sette bambini tra 6 e 15 mesi che mostravano i primi segni di autismo, come la diminuzione del contatto visivo, la difficoltà a interagire con gli altri o i movimenti ripetitivi, sei dei quali all’età di tre anni non hanno mostrato sintomi. Il metodo, chiamato Infant Start, consiste nell’insegnare ai genitori piccoli ‘trucchi’ per aumentare le interazioni con i piccoli. Se ad esempio un bimbo era attirato da un animale di pezza il genitore doveva entrare nel campo visivo del bimbo e giocare anche lui con l’animale, nascondendolo sotto la maglia, in modo da attirare su di se’ l’attenzione. Dato lo scarso numero di soggetti studiati, scrivono gli autori, è presto per sapere se la terapia può funzionare anche a lungo termine e su tutti i bambini con questo problema, ma i risultati sono promettenti.

”L’intervento precoce è cruciale per il successo – scrivono gli autori – ma nella gran parte del paese e del mondo servizi in grado di aiutare lo sviluppo dei bambini con autismo semplicemente non sono disponibili per bimbi di questa età”.

Ti potrebbero interessare anche:

Smettere di fumare: una battaglia persa per 9 quarantenni su 10
Via libera Efsa a tre moka o due tazze di caffè americano al giorno
ESTATE/ Come combattere la sudorazione eccessiva
A Natale abbuffata di zucchero, 145 cucchiaini in 5 giorni
Anziani, prendersi cura di nipotini e figli allunga la vita
Morbillo, 385 casi ad aprile: 5 volte più di aprile 2016



wordpress stat