| categoria: Dall'interno

YARA/Difetto di procedura, no alla scarcerazione di Bossetti

Massimo Giuseppe Bossetti

l gip di Bergamo Ezia Maccora ha dichiarato inammissibile l’istanza di scarcerazione di Massimo Bossetti in quanto non è stata notificata dai proponenti (i legali del carpentiere di Mapello) agli avvocati della parte offesa, come previsto dalle modifiche introdotte l’anno scorso all’articolo 299 del Codice di procedura penale

Non è una risposta negativa nella sostanza dell’istanza (sulla quale il gip non si è soffermato), ma un mero, seppure decisivo, rilievo di natura procedurale. Ora i legali del Bossetti, gli avvocati Silvia Gazzetti e Claudio Salvagni, dovranno ripresentare l’istanza avendo cura di notificarla nel contempo ai legali della parte offesa che, nei due giorni successivi alla notifica, avranno la facoltà di presentare anche le proprie memorie difensive.

Ti potrebbero interessare anche:

REGGIO CALABRIA/ Il corpo della madre nel congelatore, voleva la pensione
Cadono calcinacci, chiusa l'intera Galleria Umberto. Il sindaco, subito lavori in danno dei propriet...
'Ndrangheta e appalti, 13 arresti legati al'Expo. L'azienda del boss ha il certificato antimafia
FEDERALBERGHI/ Quasi tredici milioni di italiani in vacanze per le feste
NAPOLI/ Ucciso all’alba 35enne incensurato, trovato in strada vicino al suo scooter
Spari tribunale, ergastolo per Giardiello



wordpress stat