| categoria: In breve, Senza categoria

TENNIS/ Davis, Federer batte Fognini, Svizzera in finale

Troppo Roger Federer, anche per un Fabio Fognini molto determinato e più che mai deciso a trascinare l’Italia sul momentaneo 2-2, nel penultimo e proibitivo incontro della semifinale della Coppa Davis. Ma non c’è stato niente da fare, per gli azzurri di Corrado Barazzutti, costretti ad arrendersi 3-2 alla superiore cifra tecnica dei padroni di casa che, sul campo del PalaExpo di Ginevra (cemento indoor), hanno conquistato la seconda finale della propria storia, dopo quella persa nel 1992, contro gli Stati Uniti. Inutile la vittoria di Andreas Seppi che supera Lammer nell’ultimo match della giornata. L’attesa era tutta per il quarto e decisivo match, quello tra Federer e Fognini vinto dallo svizzero per 6-2, 6-3, 7-6 (4), mettendo in frigo il 3-1 decisivo. L’ex numero 1, anche quest’anno a secco con i tornei dello Slam, adesso sembra avere preso sul serio la possibilità di conquistare l’unico, grande trofeo tennistico che manca alla sua infinita bacheca fatta di 17 Slam. Prova ne sia che, dopo il successo su Fognini, ha esultato come poche altre volte. La prestigiosa ‘insalatierà gli verrà contesa fra due mesi dalla Francia, che già ieri ha chiuso i conti contro i campioni in carica della Repubblica Ceca e potrà giocarsi la finale davanti al pubblico amico. Dopo la bellissima prestazione nel doppio di ieri, Fognini è sceso in campo con qualche certezza in più rispetto a venerdì. Ma questo non è bastato a impensierire un Federer impeccabile, determinato e particolarmente preciso nei primi due set. Solo nella terza partita, il divario è diventato meno netto, fra i due tennisti in campo; merito della reazione dell’azzurro, che è riuscito a trascinare Federer al tie-break, prima di arrendersi definitivamente, di fronte a 18 mila svizzeri in festa. Nel confronto decisivo, Fognini si ritrova subito sotto di 4-2, riesce a recuperare fino al 4 pari, ma è un’impressionante risposta vincente di Federer a dare alla Svizzera il mini-break decisivo. Roger chiude al servizio per 7 punti a 4. Nei successivi 10’ viene portato in trionfo dalla squadra. «Ho dato di tutto e anche di più. Ma contro un giocatore così forte non è bastato», le parole di Fognini al termine del match. «Può sembrare strano, visto il risultato, ma sono contento – ha aggiunto il ligure – Sono contento perchè ho giocato quasi alla pari contro chi ha fatto la storia di questo sport. Se siamo arrivati in semifinale, ce lo siamo meritati. Per andare avanti in Davis, secondo me, conta molto il ‘fattore squadrà». Nell’ultima partita della ‘tre giornì di Ginevra, Andreas Seppi ha vinto contro Michael Lammer in tre set, con il punteggio di 6-4 1-6 6-4, conquistando il secondo punto per gli azzurri. Per l’Italia, in ogni caso, il bilancio è positivo: ha raggiunto la semifinale per la prima volta dal 1998 e si è dovuta inchinare all’unica avversaria che può permettersi il lusso di schierare due tennisti che figurano tra i primi cinque del ranking dell’Atp.

Ti potrebbero interessare anche:

Francesco ha rinunciato alla "suite papale" a Santa Marta
IL PUNTO/ Porcellum incostituzionale, spinta verso elezioni al più presto
MILANO/ Donna e bambini uccisi, fermato il marito
FISCO/ La Apple rischia una multa miliardaria dalla Ue
Famiglia vip sterminata a Washington, è caccia all'uomo
Tangenti in Lombardia, valanga di arresti: coinvolti anche politici



wordpress stat