| categoria: In breve

SERIEA/ Primo sigillo di Ionita, il Verona vola al terzo posto

Il primo gol in serie A di Artur Ionita, 24enne centrocampista moldavo che parla sei lingue, ha risolto Toro-Verona e fatto schizzare al terzo posto la squadra di Mandorlini. Il suo sinistro ha fiaccato i granata nel primo rovesciamento di fronte dopo 20′ – i primi della ripresa – giocati dai granata all’assalto della difesa scaligera. La squadra di Ventura, lenta e prevedibile in tutto il primo tempo, avrebbe avuto ancora modo di rimediare ma al 43′ st di rigore, El Kaddouri si è fatto parare da Rafael sia il calcio di rigore che la successiva, non irersistibile, ribattuta. Per il Toro è il secondo penalty fallito nelle prime due partite in casa di campionato: a fine agosto, all’esordio contro l’Inter, era stato Handanovic ad annullare la battuta di Larrondo. Così il Verona vola a quota 7 punti, appena due sotto le corazzate Juve e Roma. Ed il Torino, sempre a secco di gol, con un’intesa Quagliarella-Amauri quasi tutta da fare, sprofonda all’ultimo posto, in compagnia di Empoli e Cagliari: per i granata la trasferta di mercoledì prossimo in Sardegna diventa già molto delicata. Il gol di Ionita, ex giocatore dell’Aarau (Svizzera), è stato un colpo basso per la squadra di Ventura, punita quando era sul punto di cogliere i frutti del suo arrembaggio, evidenziato da due palle-gol di Quagliarella e 4 calci d’angolo uno dietro l’altro in in un paio di minuti. Ionita, appena entrato per il greco Christodoulopoulos, ha resistito al disperato contrasto di Molinaro e scoccato un tiro che, complice un rimbalzo, ha beffato Padelli. Il Verona ha così sbancato l’Olimpico torinese, dopo il rocambolesco e polemico 2-2 della scorsa stagione. La squadra di Mandorlini si era messa in mostra due volte nei primi 45′, con un tiro di Tachtsidis sfrecciato a pochi centimetri dal palo sinistro di Padelli ed un palo di Juanito Gomez, di testa, su calcio d’angolo. Il Toro non era stato a guardare, ma era rimasto nello stato embrionale del suo difficile inizio di stagione. Evidentemente, però, Ventura aveva fatto l’elettrochoc alla squadra nell’intervallo. I granata avevano così cambiato marcia, mettendo alle corde il Verona. Mandorlini, tuttavia, è riuscito a fermare la foga granata, grazie cambi azzeccati. Lo spunto di Ionita ha segnato il match che i granata – rigore fallito da El Kaddouri e gol annullato per fuorigioco a Larrondo – non sono stati capaci di riequilibrare.

Ti potrebbero interessare anche:

Obama fischiato alla partita di basket? Diventa un piccolo giallo
Foligno, uccide la ex e si suicida
CASAL BERTONE/Peciola (Sel): "Sgomberi non tollerabili"
Castelgandolfo, picchia la sorella 13 e ne abusa: arrestato
Dacca, assalto a un ristorante 24 morti. Anche italiani. E decine di ostaggi
Malore per Maria Grazia Cucinotta, portata via in ambulanza



wordpress stat