| categoria: economia

Codacons, aumentano i morosi per le bollette: sono 19 milioni

La crisi economica che ha colpito il nostro paese e la perdita di potere d’acquisto subita dalle famiglie, non ha prodotto solo il drammatico calo dei consumi ma anche una crescita del numero di cittadini che non riescono più a pagare le bollette, e rischiano il distacco delle forniture. È la denuncia che arriva dal Codacons, che calcola che siano, ad oggi nel nostro Paese, circa 19,1 milioni gli italiani che risultano morosi sul fronte delle bollette luce, gas, telefonia e acqua. Quasi un cittadino su 3, quindi, non riesce a far fronte al pagamento di tutte le utenze, e i crediti da parte delle società erogatrici hanno raggiunto nel 2014 un livello record pari a 18 miliardi di euro solo in questi quattro settori. La regione dove si registrano le maggiori difficoltà nel pagamento delle bollette è la Sicilia, seguita da Calabria, Puglia e Molise, mentre quelle dove i cittadini appaiono più virtuosi e la concentrazione di morosi è minore sono Trentino Alto Adige, Valle D’Aosta ed Emilia Romagna. Dal 2012 al 2014, spiega ancora il Codacons, il numero di utenti morosi su almeno una fornitura è aumentato di circa 2 milioni di individui, e parallelamente è cresciuto anche il numero di famiglie che non riesce a far fronte alle spese condominiali. Nel 2014, il 25% delle famiglie, ossia 1 su 4, risulta morosa sul fronte del pagamento del condominio per la propria abitazione.

Ti potrebbero interessare anche:

Boom di Cig a gennaio, quasi 90 mlilioni di ore
Istat: sale la fiducia dei consumatori, ai massimi dal luglio 2011
Mercoledì cda della Fca a Londra: sul tavolo target e aumento
VOLKSWAGEN/ Indagine della giustizia tedesca su frode fiscale
BANKITALIA/ Stop alle obbligazioni subordinate allo sportello
Governo, accordo su stime: "Pil in calo del 9% nel 2020"



wordpress stat