| categoria: economia, Senza categoria

UGL/Mancini si dimette a sorpresa da segretario dopo due mesi

Dopo solo due mesi di lavoro, Geremia Mancini lascia la guida dell’Ugl. Le sue dimissioni da segretario generale sono arrivate a sorpresa dopo l’elezione con la quasi unanimità dei voti lo scorso 26 luglio, quando il sindacato di via Margutta ha dovuto gestire un delicato passaggio di consegne al vertice per l’addio anticipato di Giovanni Centrella, su cui pesa una inchiesta della Procura di Roma su una presunta appropriazione indebita dai conti dell’organizzazione. La nota dell’Ugl che annuncia le dimissioni del nuovo leader non ne indica i motivi. «Sono un uomo dell’unità: così mi ero proposto e così ho lavorato questi due mesi, ma queste condizioni sono venute meno ho preferito rimettere il mandato», spiega poi Mancini raggiunto telefonicamente dall’ANSA. «Prima della mia elezione – ricorda – c’erano due componenti in campo, con diverse vedute, un confronto molto vivace. Poi si si sono ricomposte intorno al mio nome, e sono stato eletto con un solo voto contrario e solo tre astenuti». «Ho accettato con spirito di servizio». Appena due mesi dopo la constatazione che «non c’è più la possibilità di condurre la segreteria con uno spirito unitario. Si sono rimessi in moto meccanismi che, per carattere, non mi sento di governare», dice Geremia. Il confronto nell’Ugl è anche sui grandi temi su cui tutti i sindacati oggi devono confrontarsi, come le riforme sul mercato del lavoro, e l’articolo 18, ma a pesare sarebbero soprattutto i nodi interni, «le riforme statutarie, un sindacato che va rivisto». Oggi si riunirà la segreteria confederale Ugl per fissare «la data per il Consiglio Nazionale al fine di giungere nel più breve tempo possibile alla nomina di un nuovo segretario generale».

Ti potrebbero interessare anche:

La Camera taglia auto blu e appartamenti
FISCO/ Scoperta frode da 300 milioni, sequestrati immobili per 10 milioni
Draghi: ripresa non galoppa, ma c'è, anche Italia migliora
Altre 110 malattie rare comprese nei livelli essenziali di assistenza (LEA)?
Turismo termale, perchè Civitavecchia non coglie la sua grande occasione
Studio choc : Roma inquinata come Taranto (dove c'è l'Ilva)



wordpress stat