| categoria: litorale, Senza categoria

Al porto di Civitavecchia scattano i licenziamenti

Allarme sulla situazione dei lavoratori della nuova darsena al porto di Civitavecchia. Trecento gli operai che dal 3 giugno sono in cassa integrazione e per cinquanta di loro è già scattato il licenziamento. Si tratta di dipendenti delle ditte Dnc e Giacovelli che, visto il diniego delle autorizzazioni per la concessione della cassa integrazione ordinaria, hanno perso il posto di lavoro e non percepiscono mensilità dai 4 ai 6 mesi. I sindacati incontreranno martedì 7 ottobre nuovamente i vertici della Dnc (Darsena Nord Civitavecchia) Scarl, impresa appaltatrice, con l’intento di siglare l’accordo per garantire il reintegro di tutti i lavoratori. “L’incontro – dichiara Diego Bottacchiari della Filca Cisl di Roma e Provincia – è focalizzato a risolvere le problematiche delle maestranze che hanno perso il posto di lavoro. Accogliamo con favore la recente dichiarazione del Presidente dell’Autorità Portuale, Pasqualino Monti, che chiede la ripresa immediata dei lavori. Ora però non vi è neanche un minuto da perdere, dal 17 settembre la Direzione Lavori del cantiere dichiarava superati i problemi legati alla risoluzione contrattuale, da allora sono passate oltre due settimane ma purtroppo senza alcuna novità”.

Nella scorsa riunione la società consortile Dnc ha lamentato problemi di natura economica e contrattuale nei confronti della stazione appaltante, l’Autorità Portuale, che invece ha sempre rassicurato sulla ripresa delle attività e che sarebbero stati risolti i problemi economici con il pagamento dell’undicesimo ed il dodicesimo stato di avanzamento dei lavori.

Ti potrebbero interessare anche:

Egitto, oltre 100 feriti scontri in tutto il paese
Attentato anti-sciita a Karachi, è strage. I morti sono almeno 45, 135 i feriti
Berlusconi: Pd irresponsabile, ci chiamiamo fuori dalla spartizione delle cariche
IL PUNTO/ E' lite sulla legge elettorale, partono in salita i cento giorni di Letta
LONDRA/ Bufera su Carlo, riceve note sulle riunioni di governo
Nuove mani bioniche, più controllo e tatto



wordpress stat