| categoria: politica

Forza Italia nel caos, Berlusconi: “Non chiude né cambia nome, i debiti li garantisco io”

Un rosso di 15 milioni, e un debito pari a 88 milioni. Dipendenti senza stipendio da settembre e flop del fundraising. La rifondata Forza Italia di Silvio Berlusconi, quella che neanche un anno fa è stata battezzata in pompa magna dopo la scissione interna al Pdl, viaggia in pieno allarme. Ma oggi è il suo leader storico a rassicurare sulle sorti della sua creatura: i debiti in capo al partito sono garantiti dalle mie fideiussioni, dice.

“Rimango letteralmente sconcertato – prosegue l’ex premier – nel leggere su diversi giornali alcune vere e proprie fantasie circa una mia presunta volontà di chiudere Forza Italia. Niente di più falso. Fra le motivazioni – continua Berlusconi – di questa fantasiosa indiscrezione ci sarebbe anche l’indebitamento del movimento. Ma dovrebbe essere noto a tutti che i costi di venti anni di battaglie azzurre per la libertà sono stati garantiti da mie fideiussioni, delle quali risponderei dunque personalmente. Del tutto infondata anche l’ipotesi di un cambiamento del nome: Forza Italia è ormai nella storia di tutti noi”.

E poi: “La recente decisione di far confluire i club in Forza Italia, così come l’impegno che in queste settimane stiamo profondendo per la ricostruzione di una coalizione dei moderati, anche in vista delle imminenti elezioni regionali, dimostra che il movimento continuerà a svolgere pienamente un ruolo da protagonista per ritrovare l’unità del centrodestra nell’interesse del Paese.”

Ti potrebbero interessare anche:

Partiti: sale la soglia delle detrazioni, 26%
Casaleggio richiama i dissidenti, non si tratta con il Pd
Civati verso un "si" sfiduciato al governo: resterò nel Pd
SEL/ Vendola, con il Pd saremo come un'anguilla
Riforme, M5S: "Pronti a dimetterci per andare al voto".
E il caso D'Alema irrompe nella direzione del Pd



wordpress stat