| categoria: politica

Jobs Act, Tocci (Pd): in tutta coscienza lascio il Senato

«I margini di maggioranza al Senato sono esigui e non ho intenzione di causare una crisi politica». Perciò «voterò la fiducia, ma subito dopo prenderò atto dell’impossibilità di seguire le mie idee e mi dimetterò da senatore». Così Walter Tocci sul suo blog. È una scelta di «coscienza, senza alcun disegno politico per il futuro».- «Non sono indifferente alla responsabilità di rispettare le decisioni prese dal mio partito. E neppure alla responsabilità del rapporto di fiducia tra la mia parte politica e il governo. Sono altresì consapevole che i margini di maggioranza al Senato sono piuttosto esigui e non ho alcuna intenzione di causare una crisi politica», aggiunge. «Anche se ho sempre sostenuto – e ora ne sono ancora più convinto – che l’alleanza tra partiti di destra e di sinistra dovesse essere a tempo e non per l’intera legislatura. Sarebbe meglio per tutti se la prossima primavera si tornasse a votare per formare un governo con un chiaro e determinato mandato elettorale. Ma, ripeto, questo non posso e non voglio deciderlo io. Saranno le massime autorità istituzionali a definire i tempi della legislatura», prosegue Tocci. «A me – osserva – rimane il problema di conciliare due principi opposti: la coerenza con le mie idee e la responsabilità verso il mio partito e il governo. Ho trovato solo una via d’uscita dal dilemma: voterò la fiducia al governo, ma subito dopo prenderò atto dell’impossibilità di seguire le mie idee e mi dimetterò da Senatore della Repubblica». «È una decisione presa di fronte alla mia coscienza, senza alcun disegno politico per il futuro. Però continuerò come militante in tutte le forme possibili il mio impegno politico. È stato e sarà ancora la passione della mia vita», conclude

Ti potrebbero interessare anche:

M5S: sul caso Gambaro assemblea di fuoco al Senato
MOSE/ Nel "filone"sanità entra anche il sindaco di Verona Tosi?
Ridotto da tre a due milioni al mese l'appannaggio di Silvio Berlusconi a Veronica Lario
Expo, il programma del D-day tra feste e proteste
GOVERNO/ BERLUSCONI, SOLO FANTASIE RINNOVATO ACCORDO CON RENZI
ELEZIONI/ COALIZIONI AL LAVORO,PD ALLE PRESE CON LA 'GRANA' DEI RADICALI



wordpress stat