| categoria: sanità Lazio, Senza categoria

EBOLA/ Ippolito (Spallanzani): procedure sicure ma si fanno errori

Le procedure di sicurezza per il trattamento dei sospetti casi di Ebola sono codificate ed evitano il contagio, ma l’errore umano è sempre in agguato. È questo il commento di Giuseppe Ippolito, direttore scientifico dell’istituto Spallanzani di Roma, al secondo caso del virus negli Usa che come è accaduto in Spagna ha riguardato una infermiera. «Le procedure di sicurezza garantiscono una protezione adeguata degli operatori sanitari – afferma Ippolito -, se vengono applicate correttamente il rischio non c’è. Anche nel caso dell’infermiera spagnola contagiata si era detto all’inizio che le procedure erano state seguite correttamente, ma poi è emerso che c’erano stati degli errori. Parlare di rischio nullo è impossibile, c’è sempre una componente imponderabile che può emergere». Dall’inizio dell’epidemia sono centinaia gli operatori sanitari contagiati in Africa, spesso anche di organizzazioni umanitarie e delle stesse istituzioni internazionali, compresa l’Oms. «Questo è tipico delle febbri emorragiche – conferma Ippolito -. Gli operatori sono particolarmente a rischio perchè gli ospedali diventano dei concentratori del virus, senza contare che nei paesi dove l’epidemia fa più vittime mancano spesso tutti i dispositivi indispensabili a garantire la sicurezza». Nei casi come quello statunitense, spiega Ippolito, la conferma di un caso fa scattare la ‘caccià ai contatti. «In media una persona nel periodo precedente alla comparsa dei sintomi ha avuto 80 contatti – conferma -. Se poi questi sviluppano dei sintomi a loro volta ne generano altri 80 e così via, sono una serie di cerchi sempre più ampi per cercare di circoscrivere l’epidemia».

Ti potrebbero interessare anche:

San Basilio, nuovo assalto agli uomini del 118
FIAT/ Chrysler annuncia la produzione di nuovi modelli della Jeep in Cina
I mercati scommettono sull'accordo greco, crolla lo spread
GIUBILEO/ Allarme ritardi, l'ex prefetto Serra stronca Marino: ha chiuso.
Malato di Sla interrompe le cure. Lo Stato "trascura i morenti"
CHAMPIONS:ESORDIO SHOW DEL NAPOLI,BATTUTO LIVERPOOL 2-0



wordpress stat