| categoria: Dall'interno

Pordenone, dimentica la carta d’identità e viene escluso da un appalto: imprenditore si suicida

Ha dimenticato di allegare la fotocopia della carta d’identità nella domanda di un appalto: per questo motivo, che ha portato la sua offerta a essere esclusa, un imprenditore di 59 anni di Pordenone si è suicidato.

Giovanni Scrizzi è stato trovato morto oggi pomeriggio a Cordenons, sul greto del fiume Meduna. Il cadavere dell’uomo giaceva all’interno della propria auto: i congiunti avevano lanciato l’allarme giovedì pomeriggio e da allora anche le forze dell’ordine avevano iniziato le ricerche.

Secondo quanto avrebbe riferito agli amici prima di sparire nel nulla, l’uomo non riusciva a darsi pace per la motivazione che aveva portato il Comune ad escluderlo dalla gara per la gestione del Caffè Letterario, che conduceva da 12 anni.

Gli uffici municipali, non essendo stati rispettati i termini del bando, non hanno potuto che estrometterlo dalla graduatoria, senza nemmeno poter prendere in considerazione l’offerta economica e culturale presentata da Scrizzi. Il Caffè Letterario, di proprietà del Comune, è da anni un punto di riferimento per l’attività culturale di Pordenone.

Ti potrebbero interessare anche:

VATICANO/Incognita Tasi su immobili della Chiesa
Neve al Nord, piove a Sud. Capodanno innevato sulle piste da sci
Il terremoto ti coglie in auto? Resta a bordo fino alla fine della scossa
Cosa regalare a San Valentino? I 5 doni per lei e per lui, i gioielli al top
Parte numero verde nazionale su problemi legati al gioco d'azzardo
Napoli, gioielliere spara e uccide rapinatore



wordpress stat