| categoria: Cultura, Senza categoria

LIBRI/ Susanna Tamaro ritorna con un libro per ragazzi

Nuovo libro per ragazzi di Susanna Tamaro dopo cinque anni: si intitola «Salta, Bart!» ed è pubblicato dall’editore Giunti, con le illustrazioni a colori di Adriano Gon (pagine 240, euro 14). È un romanzo appassionante e divertente che è un’esortazione per i ragazzi e un monito per gli adulti. Un viaggio di formazione attraverso mondi fantastici capace di regalare ai lettori una riflessione sulle distorsioni che tecnologia e consumismo imprimono a una società ossessionata dal benessere, che lascia indietro i valori più importanti e il rispetto per il pianeta che la ospita. «Salta, Bart!» è la sesta narrazioni per ragazzi dell’autrice del bestseller internazionale «Và dove ti porta il cuore»: in precedenza sono usciti «Cuore di ciccia» (1992), «Il cerchio magico» (1994), «Tobia e l’angelo» (1998), «Papirofobia» (2000) e «Il grande albero» (2009).
Il personaggio del romanzo si chiama Bart ed è molto intelligente, ha 10 anni e vive in un futuro forse non troppo remoto, in cui la vita è scandita dalla tecnologia, e ogni fase della giornata è controllata e regolata dalle macchine. È sempre da solo, dato che vede i genitori, lontani per lavoro, solo attraverso un monitor, e l’unico contatto che gli trasmetta un pò di calore è quello con il suo orsetto di peluche Kapok. Quando anche questo conforto, giudicato dalla madre un’inutile distrazione, gli viene sottratto per Bart sembra aprirsi una disperata sequenza di giornate sempre uguali, costrette in una frenetica teoria di impegni inutili e spesso umilianti.

Ti potrebbero interessare anche:

Atene, scontro in parlamento sulla "Lista Lagarde". Sotto inchiesta il leader del Pasok?
Ictus, 15mila lombardi in più hanno imparato a riconoscere i sintomi
LA CONFESSIONE/ "Non c'è solo camorra, anche sindaci e imprenditori hanno i loro vantaggi...&qu...
Nel boschi con eroina e farmaci, un morto, grave una donna nel Comasco
Pillola del giorno dopo senza ricetta: Aifa abolisce obbligo
L'Atac si vendica sulla sindacalista ma non risolve i problemi



wordpress stat