| categoria: Roma e Lazio

Nozze gay, ultimatum del prefetto a Marino: “Cancelli subito le trascrizioni”

Prosegue il braccio di ferro tra la Prefettura di Roma e il Campidoglio sulle trascrizioni delle nozze gay celebrate all’estero. Dopo le sollecitazioni verbali dei giorni scorsi, il prefetto Pecoraro oggi ha preso carta e penna e ha inviato al sindaco Ignazio Marino una richiesta formale di cancellazione degli atti di trascrizione di 16 nozze gay firmati sabato dallo stesso primo cittadino. Il prefetto nella richiesta non ha indicato un tempo massimo per la cancellazione chiedendo che ciò comunque avvenga comunque “in tempi rapidi”.

Se il sindaco di Roma non ottempererà all’invito formale della prefettura, seguirà l’attivazione dell’iter di annullamento delle trascrizioni. Sabato, subito dopo la firma degli atti in Campidoglio, il prefetto Giuseppe Pecoraro aveva chiesto informalmente

al sindaco di recedere e cancellare le registrazioni. Oggi ha inviato la richiesta scritta.

In caso di annullamento delle trascrizioni, il Campidoglio sta valutando l’ipotesi di ricorrere alla Corte per i diritti dell’uomo di Strasburgo.

Ti potrebbero interessare anche:

Piano Casa, conclusa la discussione generale
Giubileo, in arrivo 10mila cestoni "gettacarte"
GIUBILEO/ Strade, verte e buche, piano da 50 milioni
IL PUNTO/ Quella foto dimostra che la Suburra non è vinta?
i centurioni sfrattati dal Colosseo invadono il rione Monti
Cede il sottopasso di Piazzale della Radio, traffico in tilt



wordpress stat