| categoria: esteri

Tokyo, si dimettono due ministre. Governo in difficoltà

Brutto colpo per il premier giapponese, Shinzo Abe. Due delle cinque donne ministro nel suo gabinetto si sono dimesse: prima ha lasciato il nuovo ministro dell’economia, Yuko Obuchi, per sospette irregolarita’ nell’uso di fondi pubblici; poche ore dopo dopo ha presentato le sue dimissioni il ministro della giustizia, Midori Matsushima, accusata di violazione della legge elettorale. Le due ministre erano entrate al governo a settembre nell’ambito del primo restyling dell’esecutivo dall’arrivo al potere di Abe, nel 2012: un’operazione per rinvigorire la sua popolarita’ e farne un simbolo della politica a favore del ruolo femminile nel mercato del lavoro.

Appena 40enne, elegante e telegenica, la Obuchi, madre di due figli e figlia di un ex primo ministro, era considerata l’immagine giusta per convincere l’opinione pubblica piu’ scettica della necessita’ di riapertura dei reattori nucleari chiusi dopo il disastro di Fukushima, nel 2011 (compito peraltro difficile considerato che i sondaggi danno i giapponesi costantemente contrari). Lei in particolare e’ sospettata di aver speso tra il 2007 e il 2012, quando era ancora parlamentare, diversi milioni di yen (centinaia di milioni di euro) senza alcun rapporto con la sua attivita’ politica: per sue spese personali (anche prodotti cosmetici in grandi magazzini) e per regali ai suoi sostenitori (per esempio, biglietti di teatro gratis).

Ti potrebbero interessare anche:

Datagate, Berlino pronta ad indagare Obama per spionaggio
Libero dopo cinque anni soldato Usa prigioniero dei talebani
Gaza è senza luce, bombardata l'unica centrale elettrica. Israele: obiettivi raggiunti
Pennsylvania, bus di turisti italiani si schianta contro un Tir: tre i morti, quattro feriti gravis...
MARO'/ A fine marzo udienza all'Aja per il rientro di Girone
Un arabo moderato alla guida dell'Unesco? Si candida Al Kawari, ex ministro della cultura del Qatar



wordpress stat