| categoria: esteri

Canada, estremista islamico uccide un soldato.”Matrice terrorista”?

Un soldato canadese è morto e un altro è rimasto ferito: i due sono stati travolti dall’auto di un giovane estremista islamico in quello che potrebbe essere il primo attacco terroristico compiuto da simpatizzanti dell’Isis (Stato islamico) in Occidente. La vicenda è avvenuta a Saint-Jean sur Richelieu, 40 chilometri a nord di Montreal, nella provincia canadese del Quebec. In base a una prima ricostruzione, i due soldati, di cui uno solo in uniforme, stavamo camminando nel parcheggio di un centro commerciale quando un giovane a bordo di un’auto, Martin ‘Ahmad’ Rouleau, 25 anni, li ha investiti e poi è fuggito. Subito inseguito, dopo circa 4 chilometri la vettura del giovane è stata speronata dalla polizia e l’uomo ne ha perso il controllo finendo in un burrone. Rouleau è sceso dal veicolo impugnando un coltello e a quel punto gli agenti hanno aperto il fuoco e lo hanno ucciso. Uno dei due militari, identificato dalla polizia con il nome di Patrice Vincent, 53 anni, è morto in ospedale, mentre l’altro è ricoverato in gravi condizioni. Il premier canadese Stevan Harper è stato subito informato e, dopo l’incontro con i vertici delle Giubbe rosse, il comandante dei militari e il consigliere per la Sicurezza Nazionale, ha definito il caso «estremamente inquietante». «Potrebbe trattarsi di un atto terroristico. Stiamo seguendo il caso da vicino», ha detto. Il ministro per la Pubblica Sicurezza, Steven Blaney, ha parlato apertamente di «un terribile atto di violenza contro il Paese». Dalle indagini è emerso che Rouleau si era da poco convertito all’Islam ed era noto alle autorità federali: il suo passaporto era stato sequestrato dopo che il suo nome era finito in una lista che elenca almeno 90 sospetti terroristi. «Stavamo indagando su di lui, faceva parte di un gruppo di persone che monitoriamo per il timore che commettano attentati all’estero o che vogliano aderire a gruppi terroristici», ha detto il comandante delle Giubbe rosse, Bob Paulson. Un vicino di casa ha raccontato che Rouleau, il quale viveva con il padre, si era fatto crescere la barba e aveva iniziato ad indossare la tunica dei musulmani. Un altro ha detto che negli ultimi mesi la polizia è venuta spesso nell’abitazione. I suoi ultimi post su Facebook indicavano la sua simpatia per la jihad. Pare inoltre che poco prima dell’attacco ai due soldati, Rouleau fosse entrato nell’ufficio del ministero della Difesa e avesse scambiato due chiacchiere con un militare, parlando delle sue simpatie per l’Isis.

Ti potrebbero interessare anche:

SOMALILAND, Londra chiede ai cittadini inglesi di lasciare l'area
GRECIA/Terremoto di magnitudo 6.3 sentito anche in Puglia e Calabria
Raid e curdi martellano l'Isis, decine di uccisi a Kobane
USA 2016/ Duello Clinton-Sanders, per Hillary l'ora della verità
Usa, ok di Senato e Camera: fine dello shutdown
Ventuno vittime nell'attacco in Kenya, "uccisi i terroristi"



wordpress stat