| categoria: sanità

Vendola inaugura un servizio di odontoiatria sociale

«Torna la povertà e con essa le carie nella bocca dei bambini e non solo, ma nonostante la scarsità di risorse la battaglia in favore dei diritti deve continuare». Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, in occasione della inaugurazione, questa mattina, del servizio di odontoiatria sociale nell’ospedale «Dimiccoli» di Barletta, il più grande della provincia Bat (Barletta-Andria-Trani). Inaugurato anche il servizio che prevede decolli e voli di emergenza in elicottero dallo stesso ospedale per garantire ai pazienti gravi di ricevere le cure più idonee. «La odontoiatria sociale – ha sottolineato Vendola – è un pezzo vero di risposta alla crisi». Il servizio di odontoiatria sociale consiste nella convenzione stipulata dalla Asl con cinque studi specialistici del territorio che consentirà ai cittadini esenti da ticket per motivi economici di farsi impiantare protesi dentarie a un prezzo «calmierato», pattuito dalla Asl con i fornitori. «La buona sanità – ha proseguito – non fa notizia ma qui avanza e si riorganizza e intervenire su sprechi e dissipazione di risorse pubbliche, ma risparmiare in sanità è una pia illusione se non si fanno investimenti». Vendola, insieme al direttore generale della Asl Bt, Giovanni Gorgoni e al sindaco di Barletta, Pasquale Cascella, ha poi inaugurato l’ eliporto, realizzata con fondi di economie della Asl per 50mila euro. «Fra qualche giorno – ha annunciato Vendola – rimetteremo in funzione l’intera rete degli eliporti di Puglia, che è un vanto regionale: in nessuna regione italiana è pari alla nostra e comporta un vantaggio anche per la protezione civile disporre di tale infrastruttura». La pista ha due punti di atterraggio, uno a est e uno a ovest che, in caso di necessità possono essere utilizzati contemporaneamente. È vicina al pronto soccorso e non implica limiti di peso dei velivoli, essendo al suolo. Può funzionare dall’alba al tramonto, mentre in caso di necessità, la notte la possono utilizzare solo aerei militari.

Ti potrebbero interessare anche:

Il Servizio Sanitario Nazionale affoga nei debiti, circa 40 miliardi verso i fornitori
Federfarma, in Sicilia farmacie al collasso
LOMBARDIA/ Accordo Regione-Maugeri, il M5S chiede audizione urgente
Sprechi in sanità, una voragine da 25 miliardi nel 2014
Farmacie diventano hi-tech, vendono online e usano social
Dementia Monitor Europeo 2017/ L'Italia fa tanta ricerca, ma scarseggiano i servizi di assistenza



wordpress stat