| categoria: Dall'interno, In breve

Mestre, agguato a mendicante rom: colpito con sparachiodi


È fuori pericolo ma potrebbe perdere la vista ad un occhio il mendicante romeno ferito la notte di Halloween con una sparachiodi da un gruppo di sconosciuti, poi fuggiti in auto, sotto la rampa di un cavalcavia a Mestre. L’uomo un 38enne romeno, già noto alle forze dell’ordine per alcuni reati, è ancora ricoverato all’ospedale di Mestre dopo aver subito un intervento, ieri, all’occhio rimasto colpito da uno ‘spillonè in metallo. Frattanto la squadra Mobile della Questura di Venezia ha sentito il cittadino che ha chiamato i soccorsi e altre persone che si trovavano nella zona al momento dell’aggressione. Le loro testimonianze, assieme a quelle della vittima, avrebbero dato delle indicazioni utili alla polizia che potrebbero portare all’individuazione dei responsabili. Gli investigatori non privilegiano alcuna pista, anche quella dell’ aggressione a sfondo razzista o xenofobo, perchè non sono mancati gli episodi nei quali questi mendicanti si sono resi protagonisti di molestie ed episodi di violenza. Come noto l’uomo stava dormendo alla fermata dell’autobus sotto la rampa del cavalcavia di Mestre. Verso le 3 del mattino un’auto con alcune persone a bordo si è avvicinata e da bordo sono stati lanciati dei petardi; il romeno si è svegliato di contraccolpo. Uno degli aggressori gli avrebbe puntato un’arma ad aria compressa (probabilmente una sparachiodi) ed ha premuto il grilletto 4-5 volte. Lo straniero ha sentito due fitte dolorose, una ad una gamba e l’altra, più lancinante, all’occhio. Poi la vettura si è allontanata a gran velocità. Le urla del romeno hanno richiamato l’attenzione di un passante che ha chiamato i soccorsi e la polizia.

Ti potrebbero interessare anche:

Mafia, Riina condannato a Milano per minacce a giudici
Migrante siriana muore su barcone, con i suoi organi salvati tre malati
FIGC/Conte nel ritiro della Roma, incontro con Garcia
Caracas, condannato leader opposizione
MO/ Bimbo di otto mesi soffocato dai lacrimogeni sparati da militari in Israele
VITERBO/ Crisi in Comune, giovedì consigli straordinario



wordpress stat