| categoria: Venezia

I tesori del Ghetto di Venezia restaurati da Ventian Heritage

Un piano di restauro senza precedenti del Museo ebraico e delle sinagoghe del Ghetto di Venezia in occasione del suo 500/o anniversario: è il progetto ambizioso da 12 milioni di dollari curato da Venetian Heritage Council. A presentarlo, nella sede del Consolato italiano di New York, sono stati il direttore di Venetian Heritage Council, Toto Bergamo Rossi, insieme al presidente e vice presidente dell’organizzazione, Joseph Sitt e Diane von Fustenberbg. Il piano, il cui completamento è previsto per il 2016, anno dell’anniversario della fondazione del Ghetto, coinvolge mecenati, progettisti, architetti e designer con l’obiettivo di rivitalizzare una delle più antiche e vivaci comunità ebraiche d’Europa. Nato nel 1516 come luogo di segregazione, il Ghetto divenne infatti uno dei centri più importanti della cultura ebraica nel Vecchio Continente. «Si tratta di un progetto atteso da tempo ed estremamente importante – ha affermato Joseph Sitt -. Ci sono 500 anni di storia culturale e religiosa che risiedono all’interno di questa comunità, ed è un imperativo rivitalizzarla». Sitt ha poi spiegato che l’obiettivo è far rivivere ogni singolo aspetto del Museo. «È un’iniziativa incredibile», ha aggiunto Diane von Fustenberg, sottolineando che «il lavoro di ristrutturazione punta a preservare il passato, ma oggi si parla di futuro». «Tutti noi siamo responsabili di fare in modo che le prossime generazioni, tra 500 anni, abbiano accesso a questa storia», ha chiosato la stilista. Mentre il direttore di Venetian Heritage Council, Toto Bergamo Rossi, da parte sua ha tenuto a precisare che, oltre alla rivitalizzazione strutturale delle sinagoghe, l’obiettivo è di intervenire ampliando e ristrutturando gli spazi del museo per rispondere all’interesse che c’è intorno a questo pezzo di storia. «Si tratta di un’enorme parte della cultura europea, e non può essere ignorata», ha detto. Il Venetian Heritage Council riunisce la Venetian Heritage Inc., organizzazione no-profit fondata a New York nel 1999, e la Fondazione Venetian Heritage Onlus, con sede nella città veneta, entrambe aderenti al programma Unesco per la salvaguardia di Venezia.

Ti potrebbero interessare anche:

REGIONE VENETO/ Zaia affida a tre assessori le deleghe del dimissionario Chisso
Mose, il giudice annulla i sequestri per le imprese: errore di calcolo
Arriva Tiffany a Venezia: nuovo negozio alle spalle di San Marco
Ponte di Rialto appena restaurato sfregiato dai writers
ALLARME ROSSO/ Acqua alta "storica" in arrivo per Pasqua a Venezia
Carnevale di Venezia, 150 eventi nel segno dell'amore



wordpress stat