| categoria: Roma e Lazio

Marchini è già in campagna elettorale, via “a tutto cuore”. Manifesti e autobus

Giovedì 13 il post con tanto di manifesto col cuore e il claim: “Roma con Alfio Marchini” e l’annuncio: “Oggi, come promesso, parte la nostra campagna che sarà sempre più visibile nelle prossime settimane. Nel suo quartier generale itinerante è partito l’ordine di ripartire con la dichiarazione d’amore per la città, secondo lo stesso modello/schema che ha accompagnato la campagna elettorale del 2013 che, da zero consensi, lo ha portato al 12 per cento, trasformandolo nell’elemento più interessante della competizione. Partenza lenta e crescita progressiva della dichiarazione d’amore, sino ad essere visibile in ogni parte dell’Urbe. Già per primo, spettatore dello scontro tra Alemanno e Marino, aveva utilizzato il cuore per far sedimentare nei cittadini l’immagine, sentendo profumo di elezioni anticipate, ora torna nelel piazze e nelle strade con largo anticipo.
In Campidoglio con 2 seggi, Marchini ha usato la pratica attendista, gridando per mesi che le due emergenze, quella economica e quella sociale, sarebbero emerse in tutta la loro gravità. Aveva azzeccato tutto, tranne che gli amici di in tempo del Pd, riuscissero a tenere in piedi un sindaco bizzarro al quale la satira-verità de Le Jene ha dato l’ultimo colpo mortale in tema di credibilità, gettando l’intera città e i partiti che lo sostengono letteralmente nel ridicolo.
E dunque “Alfio il bello” rioccupa per primo il terreno politico elettorale, puntando tutto sui numeri. Si parte con 54 linee di bus soppresse in 7 mesi e 6,3 milioni di chilometri di servizio che non ci sono più. Praticamente l’equivalente di una città di provincia come Latina.
E se Marchini scalda i motori c’è un chiaro significato politico: l’accordo con il “destra-centro” di Forza Italia è sancito. Lui correrà come sindaco con l’appoggio “civile” di chiunque vorrà abbracciare il programma che gli ha regalato il 12 per cento nel 2013. Vista la debolezza di Marino e del Pd che l’ha sostenuto e l’umore di romani, pronti a cambiare cavallo con estrema facilità, c’è da aspettarsi che la partita si giochi col Cinque Stelle. Basta guardare i risultati del ballottaggio per capire che per Marino si tratta di un vero intervento “a cuore aperto”.

Ti potrebbero interessare anche:

Marino dichiara la "sua" guerra al traffico: dal 2017 bonus mobilità
Tre cortei, Roma si prepara all'invasione
Movida violenta, i carabinieri intervengono per sedare tre risse. Quattro arresti e 11 denunce
Palatino e Foro chiusi per assemblea sindacale: caos di turisti sulla Via Sacra
Voragine si apre sul marciapiedi: anziana ci finisce dentro e resta ferita
Discarica in Valle Galeria, è di nuovo guerra: Raggi ci ripensa



wordpress stat