| categoria: Roma e Lazio

L’allarme dello chef, senza tavolini all’aperto mille posti di lavoro a rischio

I tavolini all’aperto di Roma «valgono» più di 1000 posti di lavoro. Posti che ora sono a rischio. A lanciare l’allarme è Alessandro Circiello, apprezzato chef romano, noto volto televisivo, ma anche e soprattutto presidente della Federazione Italiana Cuochi Lazio. Circiello ha deciso di aprire una petizione su Change.org, la più grande piattaforma al mondo di attivismo sociale, per chiedere al sindaco Marino e ai consiglieri di Roma Capitale di rivedere le misure che, da agosto di quest’anno, hanno ridotto il numero di tavolini all’aperto per molti ristoratori del centro storico. «Capisco le finalità di tutelare il decoro urbano nelle principali piazze della città, ma questi interventi stanno provocando un grave danno alle attività turistiche ed enogastronomiche – scrive Circiello nella sua petizione – Non confondiamo il giusto rispetto delle regole contro gli abusivismi, con un’indiscriminata riduzione delle possibilità di ristorazione all’aperto, caratteristica storica e perfino cinematografica della tradizione romana. La Federazione Italiana Cuochi Lazio è fortemente preoccupata per l’annunciato licenziamento di oltre mille dipendenti del settore della ristorazione a seguito dei suddetti provvedimenti». Da qui la richiesta diretta al sindaco Marino e a tutto il Campidoglio: «Chiediamo a Marino e ai consiglieri comunali di Roma Capitale di voler intervenire per revocare le misure più inutilmente discriminatorie nei confronti del settore turistico e della ristorazione e favorire un sereno confronto che porti ad un piano di riqualificazione delle piazze e della ristorazione all’aperto che è nell’interesse non solo dei tanti imprenditori corretti e rispettosi della legalità, ma soprattutto dei tanti lavoratori che permettono a Roma di essere una delle principali località turistiche non solo per le attrazioni culturali ma anche per quelle enogastronomiche».

Ti potrebbero interessare anche:

RIFIUTI/ Alemanno; sì a commissariamento degli impianti
ELETTORANDO/Alemanno, se perdo resto in Campidoglio a fare opposizione
Roma Capitale, Regione pronta a cedere "pacchetto" poteri
Improta, «Ho capito tardi chi è Marino». La rabbia dell’assessore cacciato
RAGGI, VADO AVANTI, SALVINI RISPETTI I PATTI
Coronavirus: famiglia di ritorno dagli Usa positiva al Covid19



wordpress stat